Top

Stato di cattiva conservazione e alterazione degli alimenti: quale differenza?

Categoria: Alimenti
Autorità: Cass. Pen.
Data: 17/01/2017
n. 1965

Le fattispecie di cui alle lettere b) (stato di cattiva conservazione degli alimenti) e d) (alterazione degli alimenti) dell'art.5 L. 30 aprile 1962 n. 283, concernente la disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari, si riferiscono a due autonome e distinte figure di reato, avuto riguardo alla diversità delle condotte incriminate ed alla diversità dei beni giuridici protetti: infatti, l'alterazione degli alimenti destinati alla vendita, a differenza dello stato di cattiva conservazione, presuppone che la mutazione della sostanza sia già avvenuta, e che si sia perciò già verificato il danno in cui si sostanzia l'oggetto della disposizione incriminatrice.


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata