Top

231 ambiente: quando sussiste la responsabilità dell’Ente?

Categoria: Responsabilità ambientali
Autorità: Cass. Pen., Sez. III
Data: 24/02/2017
n. 9132

L’assenza di un Modello Organizzativo efficace ed adeguato a prevenire i reati ambientali (quale quello di cui all’art. 256, comma 4, D.L.vo n. 152/2006, che sanziona l'inosservanza delle prescrizioni contenute o richiamate nelle autorizzazioni, nonché le ipotesi di carenza dei requisiti e delle condizioni richiesti per le iscrizioni o comunicazioni), così come la mancata designazione di un Organismo di vigilanza che controlli la corretta esecuzione dei piani in materia ambientale, nonché l’assenza di apposite deleghe di funzioni, sono elementi sintomatici dell’esistenza dell’interesse dell’Ente derivante dalla commissione dei suddetti reati da parte dei vertici societari, e dunque della sussistenza della responsabilità dell’Ente stesso ai sensi del D.L.vo n. 231/2001 (fattispecie riguardante l’inosservanza delle prescrizioni contenute in una autorizzazione rilasciata per un impianto di trattamento di rifiuti).


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata