Top
incendio-depositi-rifiuti-800x445

Corso

Direttore tecnico impianti rifiuti

Disciplina operativa

Piacenza, 21/10/2019 - 24/10/2019

Il direttore tecnico impianti rifiuti deve essere “opportunamente formato”: così prevede la Circ. Min. 1121 del 2019 (Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi). E’ per questo motivo che è stato progettato questo corso da TuttoAmbiente – la cui formazione è certificata – il primo creato “su misura” proprio per questa importante figura professionale. Ma come si distingue dal Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti? Quali responsabilità e deleghe ha nei confronti del legale rappresentante?

Il Direttore Tecnico della gestione di impianti – infatti – deve essere un soggetto in grado di gestire i differenti flussi di rifiuti in entrata in uscita, una corretta gestione dell’impianto, sia dal punto di vista normativo che di conduzione quotidiana; le sue attività comportano anche relative responsabilità. Talvolta, nella stessa persona si sovrappongono piu’ figure: Direttore Tecnico impianto, responsabile ADR, Responsabile Tecnico per il trasporto Albo gestori, gestore di stabilimento autotrasporto.

Il corso – che si rivolge ai direttori gestori di impianti rifiuti o a chi lo vuole diventare– vuole fornire idonei strumenti tecnici, pratici e legislativi per poter gestire correttamente il ciclo dei rifiuti senza incorrere in sanzioni per mancanze formale e sostanziali nell’applicazione della normativa.

Sono previsti momenti conviviali per incentivare opportunità di interazione anche con i docenti.

32 ore di lezione in 4 giorni consecutivi. Ampio spazio per quesiti.

incendio-depositi-rifiuti-800x445

Programma

Nozioni e principi generali (Stefano Maglia)

  • Cenni normativi e nozioni generali
  • L’identificazione dei rifiuti (rifiuti urbani, rifiuti speciali)
  • La classificazione dei rifiuti (pericolosi e non pericolosi)
  • La tracciabilità dei rifiuti (registri di carico e scarico, FIR, MUD)
  • Obblighi e adempimenti: soggetti tenuti alla compilazione
  • Il deposito temporaneo (le modalità di stoccaggio)
    • Condizione temporale
    • Condizione spaziale
    • Raccolta dei rifiuti e divieto di miscelazione
  • I materiali non piu’ rifiuti: Materie Prime Secondarie ed End of Waste
  • I sottoprodotti: possibilità di gestione
  • Responsabilità, sanzioni e controlli

Il trasporto dei rifiuti (Marco Casadei e Andrea Da Lio)

  • Definizioni
  • L’Albo gestori ambientali
  • Requisiti per l’iscrizione
  • Il trasporto dei rifiuti
  • Impianto e trasporto: quando si può fare
  • Le autorizzazioni dei fornitori
  • Analogie e differenze tra direttore tecnico e responsabile tecnico rifiuti

Le tipologie di autorizzazione previste dal D.Lgs. n. 152/06 (Andrea Baldisseri)

  •         Le autorizzazioni per la gestione dei rifiuti:
  • Procedure semplificate e autorizzazione unica ambientale (AUA) ex artt. 214/216
  • L’autorizzazione a titolo unico ai sensi dell’art. 208:
    • Impianti di fissi per il recupero di materia;
    • Impianti di autodemolizione;
    • Impianti mobili e campagne di recupero;
    • Impianti di smaltimento;
    • Modifiche di autorizzazione.
  • Circolare Minambiente n. 1121 del 21-01-2019:
    • Prescrizioni generali;
    • Ubicazione degli impianti;
    • Organizzazione e requisiti generali degli impianti con stoccaggio di rifiuti;
    • Impianti tecnologici;
    • Sistemi di protezione e sicurezza ambientale;
    • Modalità e accorgimenti operativi e gestionali, Gestione delle emergenze.
  • L’autorizzazione Integrata Ambientale ai sensi dell’art. 29 ter. (IPPC)
    • Procedure di autorizzazione, riesame, modifiche sostanziali;

BAT (Migliori tecnologie disponibili) per impianti gestione rifiuti decisione della Commissione Europea del 10 agosto 2018, n. 2018/1147/UE;

  • Modifiche sostanziali;
  • Il Piano di Monitoraggio e Controllo (PMC).
  • Le procedure di valutazione ambientale preventiva
    • Verifica di assoggettabilità alla Valutazione di Impatto Ambientale (screening);
    • Procedure e contenuti dello Studio Preliminare Ambientale (screening);
    • La valutazione di impatto ambientale (VIA);
    • Procedure e contenuti dello Studio di Impatto Ambientale (VIA).

La gestione tecnica di un impianto di trattamento rifiuti (Ruggero Rigoni)

  • Requisiti ed elementi di progettazione (parte prima)
  • Metodi, tecniche e strumenti di trattamento e smaltimento dei rifiuti: frantumazione, selezione, riciclaggio, termo utilizzatore, compostaggio…
  • Tecnologie e strumentazioni
  • Procedure gestionali/sistemi di monitoraggio processo
  • Requisiti gestionali e strutturali degli impianti
  • Tecniche di stoccaggio dei rifiuti
  • Tecniche di gestione degli impianti
  • Requisiti ed elementi di progettazione (parte seconda)
  • Tecniche di monitoraggio e controlli ambientali
  • Controlli di processo
  • Igiene e sicurezza del lavoro e ambientale e analisi del rischio
  • Tecniche di prevenzione e sicurezza
    • Per la salute dei lavoratori
    • Per l’ambiente
  • Gestione delle emergenze: procedure di allarme, piani di intervento

Progettazione di gruppo su traccia di base predeterminata (Andrea Baldisseri e Ruggero Rigoni)

  • Stesura del piano di lavoro
  • Definizione delle procedure
  • Progettazione
  • Presentazione del progetto da parte del gruppo di lavoro
  • Interazione con il gruppo dei relatori sui punti di forza e debolezza delle progettazioni
  • Prova di autovalutazione

Sede del corso

TuttoAmbiente spa – Via Cavour, 42 Piacenza (nel centro storico) – come arrivare

Coordinatore Scientifico

Stefano Maglia

Docenti
    Andrea Baldisseri Responsabile servizio VIA, rifiuti e bonifiche Provincia di Vicenza.
    Dott. Marco Casadei Componente del Comitato dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali, Segretario Sezione Regionale del Veneto.
    Dott. Andrea Da Lio Responsabile Ufficio Ambiente delle Camere di Commercio del Veneto
    Prof. Stefano Maglia Professore in Diritto Ambientale presso l'Università di Parma, Presidente di TuttoAmbiente S.p.A., Presidente nazionale di Ass.IEA., Consulente ambientale
    Ruggero Rigoni Laureato in ingegneria chimica, consulente e progettista di impianti di gestione rifiuti.
Quota € 950 + IVA
  • 10% per due partecipanti
  • 10% per partecipanti scuola RTGR
  • 15% per tre o più partecipanti o abbonati Premium
  • 20% per Associati Assiea

È possibile iscriversi anche via e-mail (convegni@tuttoambiente.it), tel (0523.315305) o fax (0523.319308), compilando ed inviando il modulo di iscrizione.

Potrebbero interessarti anche