Top
rif_imb-002

Corso

Etichettatura ambientale degli imballaggi e dei prodotti monouso in plastica

Novità e criticità

A DISTANZA, 31/03/2021

Obiettivi

Il D.Lgs. 116/2020, modificando il Codice dell’Ambiente, ha introdotto dal 26 settembre 2020 nuovi obblighi di etichettatura ambientale degli imballaggi. In primo luogo, quello d’indicare, con un sistema di codici e abbreviazioni, la natura dei materiali di imballaggio utilizzati. Questa disposizione è vigente, non prevede alcun regime transitorio, si applica a tutte le tipologie di imballaggi e la violazione della norma comporta una sanzione da 5.200 euro a 40.000 euro. In secondo luogo, la recente norma impone un’etichettatura per rendere più semplice ai consumatori la corretta realizzazione della raccolta differenziata. L’obbligo di fornire le informazioni per la raccolta differenziata è stato, per il momento, rinviato al 2022 con il decreto-legge “milleproroghe” ma le difficoltà applicative sono molte perché mancano indicazioni ufficiali al riguardo.

 

La Direttiva 2019/904/UE sulla “riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente”, che dovrà essere recepita nei prossimi mesi, oltre a vietare l’immissione sul mercato di alcuni prodotti monouso in plastica impone, per altri prodotti, specifici requisiti di marcatura. L’ambito di applicazione della norma non è chiaro e le indicazioni interpretative fino ad oggi elaborate non sono sufficienti.

 

La piattaforma utilizzata consente un’agevole interazione, perciò durante il corso sarà lasciato ampio spazio ai quesiti dei partecipanti.

 

Programma

Gli obblighi di etichettatura ambientale degli imballaggi

  • Le disposizioni nazionali e le due tipologie di etichettatura;
  • La Decisione 97/129/CE che istituisce il sistema di identificazione dei materiali;
  • Imballaggi e componenti di imballaggio da etichettare ai fini dell’identificazione dei materiali;
  • Le criticità nell’individuazione delle norme tecniche UNI applicabili all’etichettatura per agevolare la raccolta differenziata;
  • Le indicazioni contenute nelle linee guida CONAI per l’etichettatura ambientale degli imballaggi:
  • Le risposte alle domande più frequentemente poste: etichettatura dei componenti di imballaggio e degli imballaggi composti, significato dell’espressione “componenti separabili manualmente”, come agire nel caso in cui non sia possibile etichettare i componenti, gestione delle scorte di magazzino, etichettatura anche sugli imballaggi terziari, ecc.

 

La Direttiva sui prodotti di plastica monouso e gli obblighi di marcatura

  • L’ambito di applicazione della Direttiva, le linee guida per la corretta interpretazione e le criticità applicative;
  • Il recepimento nazionale della Direttiva
  • I prodotti ai quali si applicano le restrizioni all’immissione sul mercato
  • I prodotti sottoposti ad obbligo di riduzione del consumo
  • I prodotti per i quali deve essere istituito un sistema di responsabilità estesa del produttore
  • I requisiti di marcatura e i prodotti coinvolti
  • Il Regolamento di attuazione (UE) 2020/2151 del 17 dicembre 2020
  • Le specifiche di marcatura armonizzate per i diversi prodotti

 

Sede

Erogato a distanza in diretta sincrona tramite l’utilizzo della piattaforma GOTOWEBINAR

Coordinatore Scientifico

Stefano Maglia

Docenti
    Dott.ssa Simona Fontana Responsabile centro studi area prevenzione CONAI - Consorzio Nazionale Imballaggi
    Dott. Paolo Pipere Esperto di Diritto dell’Ambiente, Segretario nazionale Ass.IEA. Coordinatore area rifiuti TuttoAmbiente.
Quota € 150 + IVA

Scontistica

  • 10% per due partecipanti o Associati Assiea
  • 15% per tre o più partecipanti o abbonati Premium

È possibile iscriversi anche via e-mail (convegni@tuttoambiente.it), tel (0523.315305) o fax (0523.319308), compilando ed inviando il modulo di iscrizione.

Potrebbero interessarti anche