Cari web-lettori,

AssIEA: il dado è tratto!
Giovedì scorso a Piacenza è stata ufficialmente costituita l’Associazione Italiana Esperti Ambientali (AssIEA), associazione senza scopo di lucro che ha come principale obiettivo quello di favorire, alla luce della L. n. 4/13, il riconoscimento della figura dell’esperto ambientale qualificato, al fine di offrire agli associati un accreditamento autorevole ed effettivo.
Più precisamente AssIEA si propone di promuovere il confronto, lo scambio di esperienze professionali e la collaborazione tra gli iscritti nell’ambito di un approccio interdisciplinare; nonché di favorire la formazione, l’aggiornamento e la qualificazione professionale degli iscritti; ma soprattutto intende promuovere un sistema volontario di valutazione, controllo, qualificazione e certificazione della professionalità dei soci.
A questo scopo l’Associazione redigerà ed aggiornerà un elenco nazionale degli esperti ambientali qualificati, soci di AssIEA, così da costituire un riferimento qualificato per chiunque, privato o pubblico, necessiti di consulenza per la risoluzione delle problematiche connesse con la tutela e salvaguardia dell’ambiente.
Si tratta di un obiettivo ambizioso, che per essere attuato necessita di tempo e tanto lavoro: pertanto, prossimamente verrà implementato il sito, con la pubblicazione dello Statuto, la definizione dei criteri di iscrizione (e di selezione) e l’individuazione dei componenti il Comito scientifico.
Sono stati eletti questi Organi: Presidente di AssIEA sono io, Vice-presidente Antonella Fabri, Segretario Nazionale Paolo Pipere. Presidenti onorari Edo Ronchi, Amedeo Postiglione, Fulco Pratesi, Luca Ramacci. Il primo Consiglio Direttivo Nazionale è composto da Stefano Maglia, Paolo Pipere, Antonella Fabri, Pierluigi Viaroli e Miriam Viviana Balossi.
Nella stessa giornata è stato anche istituito anche uno specifico Gruppo di Lavoro sulla L. 4/13 per elaborare strategie e contenuti per il riconoscimento della professione di Esperto ambientale.
Prossimamente saranno attivati sul sito www.assiea.it tutti i contenuti necessari per conoscere meglio l’associazione (statuto, regolamento, organi, ecc.), i requisiti, modalità, costi e vantaggi dell’iscrizione, nonché tutti i recapiti ed un forum di discussione. Nel mentre si procederà alla sua registrazione ed alla stesura del Regolamento.
All’indirizzo info@assiea.it (o al mio o al numero di telefono 0523.319309) è già però possibile inviare proposte, richieste, curriculum o richiedere in anteprima il testo dello Statuto.
Ancora un po’ di pazienza per i dettagli, ma un fatto è certo: l’onda è iniziata!

Alla prossima settimana!

Stefano Maglia

s.maglia@tuttoambiente.it

Seguici anche su Facebook,Twitter e Linkedin!

© Riproduzione riservata


Condividi: