Top
30/06/2015  -  BOLOGNA

LA NUOVA CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI - Demo
Dalla L. 116/14 ai nuovi CER. Analisi operativa. I edizione

OBIETTIVI/PRESENTAZIONE

Nel mese di febbraio sono entrate in vigore le nuove premesse nazionali all’allegato D del D.Lgs. 152/2006, mentre da giugno diventeranno applicabili il Regolamento n. 1357/2014, che sostituirà l’allegato III della Direttiva quadro sui rifiuti (2008/98/CE), e la nuova Decisione della Commissione europea 2014/955/UE, che modifica la decisione 2000/532/CE relativa all’elenco dei rifiuti. Non è facile, però, riuscire a comprendere come applicare le nuove disposizioni, perché queste norme non sembrano sempre del tutto compatibili.
I nuovi criteri per l’attribuzione delle caratteristiche di pericolo e per l’individuazione dei rifiuti pericolosi comportano la necessità di verificare se l’applicazione delle nuove regole conduce a una diversa classificazione dei rifiuti prodotti dalle imprese. Infatti, per i rifiuti che diventeranno pericolosi sarà necessario impiegare il SISTRI, effettuare le movimentazioni sul registro di carico e scarico, rivedere le modalità di deposito temporaneo, verificare le iscrizioni all’Albo gestori ambientali dei trasportatori e degli intermediari  e controllare l’adeguatezza delle iscrizioni degli impianti di trattamento. Ampio spazio per quesiti e casistica.

 

Docenti:
Paolo Pipere
Roberto Bassissi

Coordinatore scientifico:
Stefano Maglia

Per maggiori informazioni: RICHIEDI IL PROGRAMMA

Per preiscriversi è possibile utilizzare il modulo di iscrizione On-line oppure via e-mail (convegni@tuttoambiente.it), tel (0523.315305) o fax (0523.319308), compilando ed inviando il modulo di iscrizione.

TuttoAmbiente S.p.A.
Via Cavour 40, 29121 Piacenza
Tel. 0523 315305
convegni@tuttoambiente.it
P.I./C.F. 01360130338