Top

Delitto di inquinamento ambientale: quando sussiste?

Categoria: Responsabilità ambientali
Autorità: Cass. Pen.
Data: 03/11/2016
n. 46170

Ai fini della sussistenza del delitto di inquinamento ambientale di cui all’art. 452-bis cod. pen., i termini “compromissione” e “deterioramento” indicano fenomeni sostanzialmente equivalenti negli effetti, in quanto si risolvono entrambi in una alterazione, ossia in una modifica dell’originaria consistenza della matrice ambientale o dell’ecosistema caratterizzata, nel primo caso in una condizione di rischio o pericolo che potrebbe definirsi di “squilibrio funzionale”, perché incidente sui normali processi naturali correlati alla specificità della matrice ambientale o dell’ecosistema e, nel secondo caso, come “squilibrio strutturale”, caratterizzato da un decadimento di stato o di qualità di questi ultimi: da ciò consegue che non assume rilievo l'eventuale reversibilità del fenomeno inquinante, se non come uno degli elementi di distinzione tra il delitto in esame e quello, più severamente punito, del disastro ambientale di cui all'art. 452-quater cod. pen.


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata