Top

Reato di gestione illecita di rifiuti: quando si configura?

Categoria: Rifiuti
Autorità: Cass. Pen.
Data: 04/04/2017
n. 16607

In caso di rifiuti derivanti da un’attività in senso lato professionale – sebbene non avente ad oggetto il trattamento o la gestione degli stessi - le condotte penalmente rilevanti di gestione non autorizzata descritte sia dall’art. 256, comma 1, D.Lgs. 152/2006 che dall’art. 6, comma 1, lettera d), del D.L. 172/2008, convertito con legge n. 210/2008 (Misure straordinarie per fronteggiare l'emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti nella regione Campania, nonché misure urgenti di tutela ambientale) possono essere realizzate da chiunque, senza che abbia un qualche rilievo il possesso o meno di determinate caratteristiche soggettive, purché non siano caratterizzate da assoluta occasionalità (fattispecie relativa all’attività di trasporto di rifiuti speciali non pericolosi costituiti da materiale ferroso, in assenza della prescritta autorizzazione, effettuata da un imprenditore agricolo in zona caratterizzata dalla dichiarazione di emergenza ambientale).


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata