Top

RIFIUTI – Tarsu

Categoria: Rifiuti
Autorità: Corte di Cassazione Civile – Sezioni Unite
Data: 30/03/2009
n. 07581

In tema di tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU), la facoltà, riconosciuta ai Comuni dall'art. 62, terzo comma, del d.lgs. 15 novembre 1993, n. 507, di individuare, ai fini della determinazione della superficie non tassabile, categorie di attività produttive di rifiuti speciali, tossici o nocivi alle quali applicare una percentuale di riduzione rispetto all'intera superficie su cui l'attività viene svolta, non è correttamente esercitata ove il regolamento comunale si limiti a prevedere un limite quantitativo di riduzione applicabile indistintamente a tutte le attività produttive, occorrendo invece la specificazione delle categorie di attività produttive dei predetti rifiuti (le cui superfici sono altrimenti esenti da tassazione) assimilabili a quelle produttive di rifiuti ordinari.


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata