Top

RIFIUTI – Discarica abusiva e deposito di rifiuti

Categoria: Rifiuti
Autorità: Cassazione Penale
Data: 22/02/2006
n. 06766

Tra la discarica abusiva, che presuppone un'attività sistematica e organizzata, e il deposito di rifiuti vi è rapporto di continenza, con la conseguenza che la contestazione della prima lascia ampio margine per la qualificazione giuridica del fatto, in sede di decisione, senza che venga compromesso il principio di correlazione (art. 521 c.p.p.) tra accusa e sentenza. Infatti, posto che il deposito temporaneo di rifiuti ai sensi dell'art. 6, punto m). del D.Lgs. 22/97 è legittimo soltanto ove sussistano alcune precise condizioni temporanee quantitative e qualitative, in assenza di tali condizioni, il deposito di rifiuti nel luogo in cui sono stati prodotti è equiparabile giuridicamente all’attività di gestione di rifiuti non autorizzata, prevista come reato dall'art. 51 del D.Lgs. 22/97.


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata