Top

Rifiuti – terre e rocce – disciplina applicabile

Categoria: Rifiuti
Autorità: Cassazione Penale III
Data: 31/08/2012
n. 33577

Fermo restando che la classificazione dei materiali di riempimento costituiti da terre e rocce da scavo come sottoprodotti grava sull’utilizzatore e comporta la presenza di un progetto ambientalmente compatibile per il loro riutilizzo, per effetto di quanto disposto dall’art. 39, c. 4, del D. Lgs. n. 205/2010 l’abrogazione dell’art. 186 del D. Lgs. n. 152/2006 opera solo a far data dall’entrata in vigore del DM in materia di sottoprodotti, quindi il predetto art. 186 assume natura di norma temporanea e la relativa disciplina si applica in ogni caso ai fatti commessi nella vigenza della normativa in materia di terre e rocce da scavo.


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata