Top

RIFIUTI – Trasporto di rifiuti liquidi

Categoria: Rifiuti
Autorità: Cassazione Penale
Data: 17/06/2005
n. 22864

Il parametro di riferimento per stabilire l’ambito di operatività delle rispettive discipline per le acque di scarico e i rifiuti liquidi è costituito dalla nozione di scarico, introdotta dal D. Lgs. 152/99. Alla stregua di tale criterio, deve ritenersi che rientra nella normativa in tema di tutela delle acque solo lo scarico di acque reflue liquide, semiliquide e comunque convogliabili, dirette in corpi idrici ricettori, specificamente individuati; e che, per contro, i rifiuti allo stato liquido, costituiti da acque reflue di cui il detentore si disfaccia senza versamento diretto nei corpi ricettori, (avviandole, cioè, allo smaltimento, trattamento o depurazione a mezzo - come nel caso in esame - trasporto su strada o comunque non canalizzato) rientrano nella disciplina dei rifiuti e il loro smaltimento deve essere autorizzato.


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata