Top

L’utilizzo di materiali di scarto per realizzare un’opera configura un recupero di rifiuti?

Categoria: Rifiuti
Autorità: Consiglio di Stato, Sez. V
Data: 17/10/2014
n. 5619

Ai fini della realizzazione di un’opera, l’utilizzo degli stessi materiali di scarto, il cui riuso era stato autorizzato dall’autorità competente, è un intervento compatibile non solo sotto il profilo urbanistico – edilizio, ma anche sotto il profilo ambientale, non sussistendo, infatti, alcuna violazione di norme sostanziali. In tal caso, non è corretto parlare di abbandono di rifiuti ma semmai di recupero, così intendendo le operazioni finalizzate a permettere ai rifiuti di svolgere un ruolo utile, sostituendo altri materiali che sarebbero stati altrimenti utilizzati per assolvere la funzione per la quale sono stati utilizzati (fattispecie relativa all’ampliamento di un piazzale, mediante il riutilizzo di materiali di scarto, già oggetto di autorizzazione in occasione della realizzazione di altri piazzali).


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata