Top

Diventa anche tu un esperto ambientale aggiornato e competente

Scuola di perfezionamento

Esperto bilancio di sostenibilità

Da un’analisi effettuata da Linkedin nel 2020 emerge che a livello europeo, nel corso di un solo anno, è aumentato del 13% il numero di professionisti il cui lavoro consiste nel farsi carico di quei temi altri, non finanziari, relativi all’attività aziendale. Sono tante le
figure che, o direttamente all’interno dell’azienda o come consulenti, sono chiamate a definire e mettere in atto piani strategici di sostenibilità, coordinando le diverse funzioni aziendali coinvolte, organizzando la raccolta e l’analisi dei dati necessari…

Si tratta di figure trasversali e poliedriche, cui sono richieste competenze di vario genere, tra cui competenze tecniche di rendicontazione non finanziaria e di stakeholder engagement. Queste due attività sono fondamentali per costruire un bilancio di sostenibilità in base al quale pianificare e monitorare la strategia aziendale e sono quelle che identificano il professionista responsabile del bilancio di sostenibilità.

Nell’ambito di una società e di una realtà sempre più complesse, in cui anche il concetto di sviluppo sostenibile è andato evolvendosi e ampliandosi, il bilancio di sostenibilità non soltanto misura e analizza ciò che un’impresa ha fatto, le sue buone pratiche e i suoi risultati. Questo strumento di rendicontazione non finanziaria è diventato sempre più la rappresentazione di un processo che, attraverso l’analisi di materialità, delinea e guida l’agire di un’impresa. Rispettando la complessità con la quale si confronta, questo documento ha dimostrato di poter soddisfare tutte le caratteristiche solitamente richieste a uno strumento di pianificazione.

La rendicontazione non finanziaria descrive come l’attività di un’organizzazione impatta su: il territorio e la comunità di cui fa parte e nei quali opera; le dinamiche e i problemi della società (disparità di genere, disuguaglianza economica, sfruttamento del lavoro, ecc.); l’ambiente, quello direttamente coinvolto e quello su cui agisce con le proprie scelte, con gli obiettivi che si pone (crisi climatica, inquinamento, consumo di suolo, ecc.); l’economia (in senso ampio, considerando anche l’impatto che l’organizzazione ha sul pensiero economico).

La visione di chi governa un’impresa si arricchisce così di una serie di informazioni che consentono di analizzare il contesto attraverso un censimento più ampio dei rischi che lo contraddistinguono e, quindi, di individuare soluzioni in grado di anticipare i mutamenti nel medio-lungo periodo. La stessa visione d’insieme, così amplificata, serve anche per riflettere su quelle che sono le questioni fondamentali per l’organizzazione, per valutarle e stabilire delle priorità grazie al confronto con i propri portatori di interesse.

Il bilancio di sostenibilità e lo stakeholder engagement costituiscono dunque competenze tecniche fondamentali per il professionista il cui compito è accompagnare l’azienda in questo percorso di analisi e di riflessione. Rendicontare è una parola che mi piace immaginare come l’incontro di due differenti atti creativi, il far di conto e il raccontare. La conta e la misura disegnano perimetri, guidano la comprensione. Il racconto è il coraggio di mostrarsi al mondo. Il rendiconto è dunque un atto di comprensione e di responsabilità.

DESTINATARI

Dipendenti di imprese, consulenti e liberi professionisti cui è stato affidato il compito di pianificare e realizzare un’attività di rendicontazione non finanziaria e di redigere un bilancio di sostenibilità; Figure professionali già formate che necessitino di aggiornamento sui temi trattati; Studenti che dopo un percorso universitario in discipline economiche, ma anche umanistiche, intendano acquisire competenze in ambito di rendicontazione non finanziaria; Imprenditori e soggetti decisori che desiderino comprendere in cosa consiste un percorso di rendicontazione non finanziaria.

 

ARGOMENTI TRATTATI

Il ruolo dell’Esperto di Bilancio di sostenibilità; Quadro normativo, standard e pianificazione; GRI standards, principio e matrice di materialità; GRI standards e metodologie di applicazione; Rendicontazione, fasi e suddivisione delle attività.

 

COORDINATORE SCIENTIFICO

Carlo Vasile: Socio e amministratore di VIVIDA & Partners. Ha maturato un’esperienza decennale in EY S.p.A. in ambito compliance e audit. Specializzato in rendicontazione non finanziaria. Opera presso società medio/grandi nel ruolo di revisore o come membro di collegi sindacali. Nell’ambito della formazione ha esercitato come docente universitario a contratto e come relatore in corsi sulla rendicontazione non finanziaria.

 

ATTENZIONE, SEI UN LIBERO PROFESSIONISTA?

Dal 1.1.2017 (L. 22 maggio 2017, n. 81) le spese sostenute per formazione o aggiornamento professionale sono deducibili integralmente (fino a un massimo di 10.000 euro l’anno)!

CONTATTI

Dubbi? Domande? Hai necessità di ulteriori informazioni per te o per la tua azienda?

Non esitare a contattarci ai seguenti recapiti:

Vorresti un’offerta personalizzata?

Contatta direttamente in nostro Ufficio Commerciale:

Scontistica

    Edizioni previste

    A DISTANZA