Top
circular-economy-manager

Master

Green & Circular Economy

La crescente domanda di materie prime e la sempre minore loro disponibilità ha posto il nostro Continente – ricco di imprese, ma povero di risorse – di fronte alla necessità di rivedere il nostro modello economico, sia sotto il profilo del consumo e della produzione. La ricetta è quella di puntare nell’ottimizzare l’uso di risorse, riducendo sprechi e aumentando il riciclo di materiali. Questo permette di aumentare la competitività delle nostre imprese, diminuire i rischi di approvvigionamento di materie dagli altri paesi, di creare nuovi posti di lavoro e – non ultimo – salvaguardare l’ambiente.

L’UE a tale scopo, in accordo con gli Stati membri, ha definito il Piano d’azione europeo per l’economia circolare. Il piano dal 2015 al 2019 ha visto l’adozione di ben 54 azioni tra cui le quattro direttive “Circular economy” (848, 849, 850, 851/18) che riordinano la disciplina sui rifiuti (direttiva quadro, discariche, imballaggi, veicoli fuori uso, raee, pile ed accumulatori) e bandiscono i prodotti in plastica monouso non riciclabili.

Uno dei vantaggi della riforma è un riordino degli stimoli economici in modo da spingere le imprese e i consumatori a riorientare rispettivamente l’offerta e la domanda verso la sostenibilità. La portata innovativa di queste politiche sta costringendo le imprese a rivedere le proprie strategie, per riposizionarsi nel mercato ed essere in grado di affrontare le nuove sfide. Ciò richiede non solo una corretta conoscenza delle riforme apportate e l’analisi degli scenari che si prospettano per i prossimi anni, ma anche l’accesso a personale sufficientemente qualificato.

Il Master si rivolge pertanto, prevalentemente, a tutte quelle Aziende che vogliono trovare nuove opportunità di business innovativo, basate su uno sviluppo davvero sostenibile, sfruttando le straordinarie opportunità offerte dalla Green e Circular Economy. Inoltre si rivolge a tutti coloro che vogliono diventare realmente professionisti ed esperti in un ambito lavorativo destinato necessariamente a crescere per rispondere alla domanda di competenze e professionalità.

foto-per-circular

Destinatari

Consulenti, tecnici e liberi professionisti del settore ambientale, Responsabili ambientali di aziende private e pubbliche, Operatori del settore ambientale, Ingegneri ambientali, chimici e geologi, Avvocati, Laureati e laureandi in giurisprudenza, ingegneria, scienze ambientali, geologia, biologia, chimica, economia, Diplomati che vogliono acquisire conoscenze e professionalità nel settore ambientale.

Caratteristiche

Il Master è strutturato con formula week-end: 12 moduli formativi, 4,15 ore ciascuno suddivisi in 6 week-end (venerdì pomeriggio e sabato mattina) per un totale di 50 ore.

E’ previsto il numero chiuso di 35 partecipanti e la frequenza di almeno l’80% delle lezioni per ottenere l’attestato di partecipazione.

Argomenti trattati e Docenti

L’economia circolare e l’uso efficiente delle risorse (Edo Ronchi)

Bioeconomia (Marco Versari)

La gestione dei rifiuti: norme, istituti, definizioni (Stefano Maglia)

La gestione dei rifiuti: gli adempimenti (Paolo Pipere)

Economia condivisa – Sharing Economy (Raimondo Orsini)

La responsabilità estesa del produttore (EPR) (Stefano Leoni)

Gli strumenti economici (Stefano Leoni)

Simbiosi industriali, sottoprodotti e diagnosi delle risorse (Laura Cutaia)

Cessazione della qualifica di rifiuto (EoW) (Rosanna Laraia)

Recupero e riciclaggio (Rosanna Laraia)

Governance dei rifiuti urbani (Giorgio Ghiringhelli)

La nuova direttiva sulla plastica (Carmine Pagnozzi)

GPP – CAM (Riccardo Rifici)

Responsabilità, sanzioni, ecoreati e 231 (Stefano Maglia)

    Edizioni previste