Top
retos-italia_prodotti-in-vetroresina-per-lindustria-1024x630

Corso

VIA ed AIA: novità e criticità

Prospettive di riforma. Analisi operativa

A distanza di breve lasso di tempo dalle ultime importanti strutturali modifiche normative in tema di VIA (D.Lgs. n. 104/2017) e AIA (D. Lgs. n. 46/2014), poste in essere per recepire il dettato di provvedimenti comunitari di settore (Direttiva 2014/52/UE / Direttiva 2010/75/UE), il legislatore italiano mette in cantiere l’ennesimo progetto riforma della Parte Seconda (Vas, Via e Ippc) del D. Lgs. n. 152/06. Il corso ha in primis la finalità di illustrare i principi fondamentali ed applicativi della VIA e dell’AIA, attraverso l’incrocio della disciplina normativa con i contenuti degli allegati tecnici. Inoltre verranno messe in evidenza le ricadute che il Progetto di Legge n. 53 presentato il 23/3/2018 potrebbe determinare sull’attuale disciplina legislativa.

Destinatari

Il corso è rivolto ai tecnici ed ai giuristi che operano in materia ambientale, ai funzionari che si occupano dell’applicazione della Parte Seconda del D. Lgs. n. 152/06 nonché ai futuri proponenti di istanze volte alla realizzazione di progetti (pubblici – privati) ovvero alla messa in esercizio di installazioni industriali. Ampio spazio per i quesiti.

retos-italia_prodotti-in-vetroresina-per-lindustria-1024x630

Programma

La Valutazione di Impatto Ambientale

  1. Il recepimento della direttiva 2014/52/UE, che ha modificato la direttiva 2011/92/CE
  2. Analisi delle novità introdotte dal D. Lgs. 104/2017:
  • Definizioni e competenze;
  • Poteri delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano;
  • Progetti interessati: esame degli allegati II, II-bis, III e IV;
  • Procedure per modifiche ed estensione dei progetti interessati: il pre-screening;
  • Verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale (screening): aspetti amministrativi/procedurali ed aspetti tecnici (lo studio preliminare ambientale);
  • Valutazione di impatto ambientale (VIA): aspetti amministrativi/procedurali ed aspetti tecnici (la definizione dei contenuti degli elaborati progettuali e dello studio di impatto ambientale);
  • Integrazione del provvedimento di VIA negli atti autorizzatori, il provvedimento unico in materia ambientale per i progetti di competenza statale e la determinazione motivata di conclusione del procedimento per i progetti di competenza regionale;
  • Il monitoraggio ed il sistema sanzionatorio;
  • L’entrata in vigore ed il regime transitorio.

L’Autorizzazione Integrata Ambientale

  1. Il recepimento nell’ordinamento giuridico italiano della Direttiva 2010/75/UE.
  2. Le novità introdotte dal D. Lgs. n. 46 del 4 marzo 2014 teso alla prevenzione e riduzione integrate dell’inquinamento di acqua, aria, suolo e alla produzione rifiuti;
  3. La nuova disciplina dell’Autorizzazione Integrata Ambientale contenuta nel Codice dell’Ambiente:
  • Le modiche e le nuove fondamentali definizioni (installazione, conclusioni sulle BAT, BAT-AEL, relazione di riferimento) recate dal decreto di recepimento;
  • L’oggetto della disciplina;
  • Individuazione e utilizzo del MTD;
  • La domanda di AIA;
  • L’iter procedimentale autorizzativo;
  • Il rispetto delle condizioni e prescrizioni: le attività ispettive;
  • Il quadro sanzionatorio speciale di settore.
Coordinatore Scientifico

Stefano Maglia

    Non ci sono edizioni in programma