Cari web lettori,
questa cosa del Bosone di Higgs mi fa impazzire… addirittura la particella di Dio! Caspita! Quasi 50 anni di ricerche e poi una scoperta che rivoluziona lo stesso centro della fisica e della vita del pianeta….affascinante!
Faccio una fatica tremenda a confrontarmi con queste cose…un po’ per la mia origine “giuridica” (è di tutta evidenza quanto la mia scelta universitaria sia stata dettata per esclusione dalla mia assoluta insipienza nelle materie scientifiche!) e un po’ per come la mia vita professionale mi abbia comunque obbligato a lavorare fianco a fianco con la scienza, la tecnica, la fisica, la chimica, in quanto trattare di ambiente non può prescindere da una interdisciplinarità che ha connotati così indispensabili ed evidenti solo in questa disciplina…
Magari sarà anche un po’ di invidia per queste straordinarie scoperte (di cui umilmente ne colgo un’infinitesima parte della rilevanza) a fronte di un perdurante, drammatico, inopinato immobilismo che pervade la normativa/disciplina ambientale…Che amarezza avere ancora a che fare dopo tanto tempo – e solo per rimanere nel “meraviglioso mondo dei rifiuti” –  ancora con le “menate” (mi si scusi il termine) su “ma quello è trattamento o no?”, “chissà che cavolo vuol dire ricondizionamento preliminare?”, “ma cosa uso per trasportare i rifiuti in deposito temporaneo da manutenzione?”, ecc…, e la cosa che mi fa più incavolare è la stratosferica, perdurante, presunzione ed ottusità di “santoni” e improvvisati esperti, e di inopinata ignoranza di chi dovrebbe fare, applicare e semplificare le norme…Dateci anche solo un “Bosoncino“! Qualcosa che illumini le menti ottenebrate di chi pensa che siamo un popolo di fessi a cui si possono sbolognare impunemente Sistri, automobili balorde che fanno il caffè ma consumano benzina e ossigeno come il solito (e ci si lamenta che il mercato dell’auto va a ramengo!!!), green economy “a richiesta” senza ne’ programmazione ne’ risorse. Ci potremmo accontentare anche di una particellina di un Santo per cominciare magari a vedere un po’ di luce!
Molto più umilmente, nel nostro piccolo continuiamo a proporre momenti di in-formazione e di incontro per cercare di fare un po’ di chiarezza. A proposito, giovedì chiudiamo la fase pre festiva dei corsi di formazione con il Corso di Milano del 12 che fa il punto sulle novità intervenute nella gestione dei rifiuti (ultimi giorni per le iscrizioni!!!) e proponiamo un nuovo corso sulle Terre e rocce da scavo il prossimo 11 ottobre.
Alla prossima settimana

Stefano Maglia
s.maglia@tuttoambiente.it

 

© Riproduzione riservata


Condividi: