Cari web-lettori,

job act-ors…e il green dov’è? A golf?
Risse sul job act dunque. Nel merito, ovviamente, non entro, anche perché “il merito” ad oggi non c’è. Ma mi fa molto riflettere la rissa “a priori” sui simboli anziché nei contenuti ed a prescindere da un fondamentale argomento: quale lavoro? Per quale futuro?
Art. 18, ritocchini di diritti/privilegi per chi il lavoro ce l’ha, a prescindere di quale e come. O parole buttate li come slogan rassicuranti nei confronti di milioni di giovani e meno giovani senza futuro. E il green job (a proposito di slogan) dov’è?
Recentemente l’OCSE ha affermato che “l’economia circolare in Europa dovrà poter contare su professioni qualificate, competenti e pronte a occupare posti di lavoro sempre più ecocompatibili”.
E noi? L’unico lavoratore verde tra un po’sarà solo Hulk!
Professioni qualificate? Proprio il principale obiettivo di AssIEA.
Facciamo il punto. Sul sito www.assiea.it troverete tra pochi giorni attivo quasi tutto il menù, almeno con la visibilità delle pagine “Aree tematiche” e “come iscriversi”. A distanza di pochi giorni i costi dell’iscrizione, le modalità di verifica dei CV, cosa si ottiene e il regolamento. Ripeto: stiamo lavorando per fare le cose per bene e con spirito volontaristico. In ogni caso a tutti quelli che ci hanno già inviati i cv risponderemo in settimana, promesso. Intanto, sotto con i consigli e le idee! C’è bisogno di tanti. Più saremo…più l’onda crescerà!
E sempre a proposito di professioni ambientali qualificate vi rammento che in questa settimana scadono li termini per le iscrizioni (ultimi posti per entrambi!) per

  – SCUOLA DIRITTO AMBIENTALE (Milano 6-10 ottobre)
 – MASTER ESPERTO AMBIENTALE (Milano 17/10 – 28/11) 

Alla prossima settimana!

Stefano Maglia

s.maglia@tuttoambiente.it

Seguici anche su Facebook, Twitter e Linkedin!

© Riproduzione riservata


Condividi: