Cari web-lettori,

la scorsa settimana è stata pubblicata da Irnerio Editore (e tra poco sarà disponibile anche in formato e-book!) la quarta edizione del mio “La gestione dei rifiuti dalla A alla Z.  Il volume raccoglie 420 casi in materia di rifiuti (suddivisi in 64 voci) affrontati e risolti dal mio Studio (o dalla giurisprudenza più recente), con particolare riferimento a quelli trattati dopo l’entrata in vigore del Testo Unico Ambientale recentemente modificato.
420 dubbi interpretativi! Vi sembra normale che ci sia bisogno di questi numeri per cercare di muoversi con una certa sicurezza nella corretta gestione dei rifiuti? Ed in tutto questo coacervo di norme, spesso contradditorie e di difficile interpretazione (basti solo pensare all’attualissimo tema della classificazione dei rifiuti “a specchio”), basta un nonnulla per rischiare una sanzione penale che il più delle volte può dare origine anche all’applicazione della “231 ambiente”. La situazione è proprio questa, non c’è altro da aggiungere.
A proposito di rifiuti mercoledì inizia il nostro Master a Bologna con il “tutto esaurito”, segno indiscutibile di una crescente necessità di formazione autorevole e approfondita.
E a proposito di formazione autorevole ed approfondita vi rammento che ci sono ancora pochi giorni/posti disponibili per iscriversi al Master ESPERTO AMBIENTALE che inizierà il 13 febbraio a Milano. Alcuni docenti (oltre al sottoscritto): Pipere, Frey, Galotto, Prati, Consonni, Fabri, Benedusi, Scibilia. C’è altro da aggiungere? Sì, affrettatevi!

Alla prossima settimana!

Stefano Maglia

s.maglia@tuttoambiente.it

Seguici anche su Facebook,Twitter e Linkedin!

© Riproduzione riservata


Condividi: