Cari web-lettori,

Chi vuol un bel pagliaio lo pianti di febbraio” dice un antico proverbio toscano.
Orbene, il nostro legislatore ha deciso per qualche misterioso motivo che a febbraio si dovesse piantare un gigantesco ma improvvisato pagliaio.
Pensate un po’: entro poche settimane, non solo entrerà in vigore la stravagante e provvisoria “interpretazione” alla classificazione dei rifiuti pericolosi (con tutta una altra serie di norme previste dal DL Competitività), ma dovrebbero vedere la luce il nuovo DM sui materiali da scavo e quello sull’individuazione degli inceneritori (art. 35 DL Sblocca Italia), sarà convertito il DL Milleproroghe (con le allucinanti proroghe a singhiozzo del SISTRI) e con tutta probabilità approvato il “Collegato ambientale”. Ed è il mese più breve!
Vi anticipo in proposito che Paolo Pipere, Luciano Butti ed io stiamo predisponendo come AssIEA una lettera aperta al Ministro dell’ambiente con alcune considerazioni (e consigli) urgenti su alcuni di questi temi: pochi giorni e ne vedrete il testo, che potrete criticare e/o condividere.
Per cercare di far chiarezza su alcuni punti fondamentali della disciplina ambientale abbiamo altresì predisposto alcuni nuovi importantissimi corsi di formazione.
Innanzitutto TuttoAmbiente comunica che la sede della IV Edizione della Scuola per MANAGER e RESPONSABILI AMBIENTALI sarà RIMINI (dal 13 al 17 aprile 2015).
Inoltre si segnalano:
– PIACENZA 12/03/2015: LE RESPONSABILITA’ AMBIENTALI, Rischi, deleghe, 231-ambiente e co-responsabilità
– PIACENZA 17/03/2015: MATERIALI DA SCAVO, Il punto della situazione. Aspetti tecnici e normativi
– BOLOGNA 15/04/2015: ALBO GESTORI, DM 3 giugno 2014, n. 120. La nuova disciplina.

Alla prossima settimana!

Stefano Maglia

s.maglia@tuttoambiente.it

Seguici anche su Facebook,Twitter e Linkedin!

© Riproduzione riservata


Condividi: