Care/i web-lettrici/lettori,

Non tutte le trivelle riescono col buco!
Chiariamoci subito. Io avrei fatto almeno 20 referendum ambientali ben più urgenti ed indispensabili di quello per cui andremo a votare tra un paio di settimane e confesso che non mi piace chi vuol far passare un referendum che cancellerebbe solo una norma che proroga l’estrazione del petrolio dalle piattaforme esistenti per quello che impedirebbe le trivellazioni future. Non più trivelle entro le 12 miglia c’è già scritto all’art. 6, c. 17, TUA. Ciò per correttezza ed onestà intellettuale e normativa.
A parte ciò è evidente comunque il valore “significativo” che avrebbe una vittoria del sì nei confronti di una determinata e sciagurata politica industriale ed energetica. Inoltre è opportuno sapere che il 75% delle trivelle esistenti non pagano royalties e pare che comunque il 40% sia già fermo. Già. E con quali costi economici ed ambientali andremo a rottamare ‘sti ammassi di ferraglia?
In ogni caso trovo grave che chi ha voluto quella norma invece di (eventualmente) difenderla proponendo di votare “no” inviti a starsene a casa. Ma ancor più grave è che il massimo referente in materia (il Ministro dell’ambiente) alla domanda “tecnica”: perché essere contrari al referendum? Risponda: ”C’è chi vuole riforme e chi si oppone a qualsiasi cambiamento”. Con tutto il rispetto istituzionale del caso, Sig. Ministro, ma “che c’azzecca”? Che diavolo di riforma sarebbe questa? A qualunque domanda ormai si risponde così. Ok. Buono a sapersi. Ci regoleremo tutti di conseguenza. In ogni caso, ai referendum si va. E si vota. Io? Il voto è segreto, no?
In chiusura due segnalazioni. Per quanto riguarda l’evento del 19 maggio a Milano rammento che è dedicato principalmente ai produttori e gestori rifiuti, e pertanto questi avranno la priorità per quanto concerne le iscrizioni.
Infine vi segnalo che sono aperte le iscrizioni per la nostra ormai famosa SUMMER SCHOOL sulla GESTIONE RIFIUTI che si terrà nel meraviglioso castello di Rivalta (PC) dal 28 al 30 giugno prossimi, location che ospiterà altresì – dal 24 al 26 maggio – il Corso di formazione per HSE Manager. Posti limitati! Affrettatevi!

Alla prossima settimana!

Stefano Maglia

s.maglia@tuttoambiente.it

Seguici anche su Facebook,Twitter e Linkedin!

© Riproduzione riservata


Condividi: