Cari web-lettori,
ovviamente anche la normativa ambientale risente di questo clima di crisi, di incertezza, di ricatti, di veti incrociati, di rendite di posizione, di lobbies più o meno esplicite e potenti, che condizionano la vita politica e sociale (e ambientale) del nostro Paese…
Per esempio, in questi giorni (ma quando?) dovevano andare in G.U. provvedimenti attesissimi da centinaia di migliaia di aziende e di operatori che riguardano la gestione dei rifiuti: il nuovo DM “semplificazioni-Sistri” (quasi un ossimoro!) che modifica il “T.U. Sistri” (ho qui davanti il testo definitivo, ovviamente clandestino: vi assicuro che ci sarà da discutere!); la proroga, ormai molto probabile (ma quando? mancano meno di 20 giorni!) sempre del Sistri contenuta nel “decreto sviluppo sostenibile” (ovviamente è stato chiarito di non illudersi: sostenibile per le casse, non certo per le future generazioni!); il DM “terre e rocce-sottoprodotti” che doveva essere vigente già dal 24 maggio; il DDL che modifica ampi stralci della parte IV del TUA (a tal punto che lo definirei una sorta di “quinto correttivo“).
Inoltre tra pochissimo dovrebbe finire in GUUE anche il nuovo CER (spero che questa volta non ci sarà più nessun somaro che sosterrà la tesi che una Decisione europea necessiti di un atto di recepimento italiano!).
Di tutte queste cose ne parleremo certo con Paolo Pipere a MILANO il 12 luglio prossimo, ma ora basta con le attese!
Collaborazioni e interazioni: proponete a TuttoAmbiente temi, sedi e colalborazioni per arricchire la nostra già ricca proposta formativa ed i nostri servizi.
Infine: ora che ci siamo assestati selle tre newsletter settimanali, per chi volesse essere sempre aggiornato in tempo reale su tutte le novità in materia ambientale, vada sulle pagine FACEBOOK e TWITTER di TuttoAmbiente. Per chi volesse invece contattarmi, oltre al mio indirizzo mail vi segnalo la mia pagina su LINKEDIN.
Alla prossima settimana

Stefano Maglia
s.maglia@tuttoambiente.it

© Riproduzione riservata


Condividi: