Care/i web-lettrici/lettori,

Elettrosmog a la carte!

Qualche giorno fa su tutti i principali quotidiani nazionali, e persino nei vari TG, è comparsa la notiziona che “per la prima volta” una sentenza (del Tribunale di Ivrea) avrebbe riconosciuto il nesso di causalità tra abuso del cellulare e sviluppo di tumore al cervello, con conseguente condanna dell’Inail al risarcimento danni. Alcune considerazioni:
1. Mi molto piacere che ogni tanto (così, a la carte) ci si ricordi di guesto gravissimo problema sottovalutato da tutti. Pensate che nel 2001 scrissi (con Ronchi e Giovanelli) un libro che raccoglieva, tra l’altro, studi medici che mettevano in guardia sui rischi dall’esposizione prolungata ai campi elettromagnetici;
2. Nel 2011 l’OMS (mica paperino!) ha incluso l’elettrosmog “tra le 4 principali emergenze mondiali”;
3. Che ci sia bisogno degli annunci degli avvocati della parte in causa (per pubblicizzare il proprio studio legale) per svegliare la “colpevole ignavia della comunicazione” sull’argomento, a fronte del fatto che in realtà la prima sentenza italiana che è giunta alle medesime conclusioni è della Corte di Appello di Brescia di 8 anni fa (!), confermata addirittura dalla Corte di Cassazione nel 2012 (!), fa un po’ specie, no?;
4. La legge quadro sull’inquinamento elettromagnetico (che si basa sul principio di precauzione!)  il 22 marzo scorso ha compiuto sedici anni. Lo sapevate che dal 21 luglio del 2001 (ex art. 12 della L. 36/01) il Ministero dell’ambiente avrebbe dovuto emanare decreti relativi a campagne di informazione ed educazione ambientale, con le istruzioni per l’uso dei prodotti ed i rischi che si corrono?;
5. Avete mai visto pubblicità di cellulari o di operatori di telefonia in cui i vari gnoccoloni/gnoccolone di turno invitano, specialmente i giovanissimi, a stare sempre connessi usando l’auricolare? No? Macron vorrebbe impedire l’uso dei cellulari nelle scuole. Che ne pensate?
6. Meditate, gente meditate…

A proposito di DIRITTO AMBIENTALE vi segnalo la SUMMER SCHOOL che si terrà dal 27 al 29 giugno a Rivalta, in un castello nella splendida cornice della Val Trebbia. Posti limitati!

Alla prossima settimana!! E buon primo maggio!

Stefano Maglia

s.maglia@tuttoambiente.it

Seguici anche su Facebook,Twitter e Linkedin!

© Riproduzione riservata


Condividi: