Top

Edilizia e urbanistica - Reati edilizi e paesaggistici - Demolizione e rimessione in pristino - Omessa statuizione - Correzione di errore – Giudice competente - Individuazione

Categoria: Edilizia e urbanistica
Autorità: Cassazione Penale, sez. III
Data: 15/12/2011
n. 46656

L’omessa statuizione nella sentenza di condanna per reato urbanistico o paesaggistico in ordine, rispettivamente, alla demolizione delle opere abusive o alla rimessione in pristino dello stato dei luoghi, è emendabile mediante il procedimento di correzione di errore materiale ex art. 130 c.p.p., trattandosi di sanzioni amministrative accessorie a contenuto predeterminato, e competente, al riguardo, è il giudice che ha emesso la sentenza di condanna, ovvero il giudice dell’impugnazione, quando questa non sia inammissibile, e non anche il giudice dell'esecuzione giacché carente di competenza quanto alla statuizione omessa.


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata