Top

Preveniamo rischi Risolviamo problemi Formiamo competenze

Emission Trading System

 

Il Sistema Emission Trading (EU ETS) coinvolge tutte le aziende produttrici di gas climalteranti, come la CO2, nello sforzo comune di ridurre gli effetti delle attività produttive sui cambiamenti climatici. Per le Aziende soggette ad obblighi si applica un tetto alle emissioni, cui corrisponde l’assegnazione di un pari numero di quote di emissione che dovranno essere gestite e scambiante secondo precisi protocolli comunitari.

 

L’EU ETS opera secondo il principio del “Cap and Trade”. Viene fissato un tetto che stabilisce la quantità massima che può essere emessa dagli impianti obbligati. Entro questo limite, le imprese possono acquistare o vendere quote in base alle loro esigenze. Le quote rappresentano la valuta centrale del sistema; una quota dà al suo titolare il diritto di emettere una tonnellata di CO2 o l’ammontare equivalente di un altro GHG.

 

Una volta l’anno, tutte le imprese che partecipano all’UE ETS devono restituire una quota di emissione per ogni tonnellata di CO2 equivalente emessa. Un numero limitato di quote di emissione viene assegnato a titolo gratuito ad alcune imprese sulla base di regole armonizzate di assegnazione. Le imprese che non ricevono quote di emissione a titolo gratuito, o in cui le quote ricevute non sono sufficienti a coprire le emissioni prodotte, devono acquistare le quote di emissione all’asta o da altre imprese. Chi ha quote di emissioni in eccesso rispetto alle emissioni prodotte, può venderle. Se una società non adempie agli obblighi di conformità (Compliance), vengono applicate sanzioni pesanti.

L’obiettivo prefissato per il 2030 è ridurre le emissioni dei settori disciplinati dal sistema del 43% rispetto ai livelli del 2005.

 

I gas ed i settori interessati sono:

  • Anidride carbonica (CO2) derivante da produzione di energia elettrica e di calore; settori industriali ad alta intensità energetica, comprese raffinerie di petrolio, acciaierie e produzione di ferro, metalli, alluminio, cemento, calce, vetro, ceramica, pasta di legno, carta, cartone, acidi e prodotti chimici organici su larga scala; aviazione civile.
  • Ossido di azoto (N2O) derivante dalla produzione di acido nitrico, adipico e gliossilico e gliossale
  • Perfluorocarburi (PFC) derivanti dalla produzione di alluminio.

 

Affidati al nuovo servizio del Green Lab di TuttoAmbiente per essere supportato nella gestione del Sistema ETS.

 

Fissa una Call con un nostro Sustainability Consultant esperto in ETS

greenlab@tuttoambiente.it
0523.315305

Contattaci

    * campi obbligatori