Con la Delibera n. 3 del 24 ottobre 2018pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 31 ottobre 2018, il Ministero dell Infrastrutture e dei Trasporti ha provveduto a determinare la misura del contributo di iscrizione all’albo nazionale degli autotrasportatori per l’anno 2019. Premesso che la misura delle quote deve essere determinata in relazione al numero, al tipo ed alla portata dei veicoli posseduti, e che il numero dei veicoli destinati al trasporto di cose per conto di terzi, comprensivo di trattori e rimorchi, attualmente in circolazione sul territorio nazionale risulta pari a 511.657, il Ministero ha riconfermato per l’anno 2019 l’importo delle quote nella misura stabilita per l’anno 2018.
Precisamente, è previsto che entro il 31 dicembre 2018 le imprese iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori, alla data del 31 dicembre 2018, debbono corrispondere la quota nella misura determinata ai sensi dell’art. 2 della medesima delibera: quota fissa di € 30,00 dovuta da tutte le imprese iscritte, ulteriore quota aggiuntiva dovuta da ogni impresa in relazione alla dimensione numerica del proprio parco veicolare, qualunque sia la massa dei veicoli con cui esercitano l’attività di autotrasporto.

Il versamento della quota può avvenire, alternativamente, a decorrere dal 5 novembre 2018 (come negli anni precedenti) direttamente on-line, attraverso l’apposita funzione informatica, o a decorrere dal 3 dicembre 2018, tramite bollettino postale cartaceo precompilato, generato automaticamente dalla funzione informatica con l’importo dovuto, che l’impresa iscritta dovrà stampare e pagare presso un qualsiasi ufficio postale. Il mancato versamento entro il termine comporta la sospensione dell’iscrizione all’Albo.


Condividi: