L’uso sostenibile degli ecosistemi acquatici e marini e la conservazione della biodiversità sono priorità del quadro politico ambientale comunitario. In questo contesto, con il DPCM 10 ottobre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 novembre 2017, ed in vigore dall’8 dicembre 2017, è stato finalmente approvato il Programma di misure relative alla definizione di strategie per l’ambiente marino, ad esso allegato.  I target ambientali di riferimento del nuovo Programma (PoM) sono quelli definiti dal DM 249/2014 “Determinazione del buono stato ambientale e definizione dei traguardi ambientali”. Si tratta, sostanzialmente, di una serie di misure volte a diminuire la mortalità di determinate specie, preservare determinati habitat e limitare gli impatti delle attività umane (anche in termini di gestione dei rifiuti da esse prodotti). Il nuovo Programma, oltre a fornire una puntuale panoramica delle misure esistenti e già in atto, a livello europeo e nazionale, e degli eventuali “gap” riscontrati nella loro attuazione, illustra le modalità ed i criteri con i quali sono state individuate le nuove misure, nonché il coordinamento ed il contributo delle stesse ad altre politiche europee. Non manca, infine, un riferimento al coordinamento a livello regionale nello sviluppo del Programma. (LM)


Condividi: