Il Consiglio dei Ministri n. 28, del 20 novembre 2018, ha approvato sei decreti legislativi e un decreto del Presidente della Repubblica di adeguamento dell’ordinamento interno alla normativa europea. Segnaliamo, tra questi, due decreti sugli apparecchi che bruciano carburanti gassosi, per adeguare la normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/426 del 9 marzo 2016.

I due decreti sono stati predisposti con l’obiettivo di armonizzare le discipline nazionali anche alla luce delle nuove disposizioni che riguardano la libera circolazione dei prodotti non alimentari. I provvedimenti prevedono, si legge nel Comunicato Stampa del CdM, che qualora gli organi di vigilanza competenti rilevino che un apparecchio che brucia carburanti gassosi o un suo accessorio non rispondono ai requisiti essenziali, essi ne diano comunicazione ai Ministeri competenti. Si prevedono, infine, anche nuove sanzioni amministrative pecuniarie analoghe a quelle previste per le violazioni alle norme di sicurezza degli altri prodotti.


Condividi: