Novità per l’etichettatura e l’imballaggio di miscele e sostanze chimiche pericolose. E’ l’ECHA (European Chemicals Agency) a diffondere, sul proprio sito, la Guida all’etichettatura e all’imballaggio contenente orientamenti in merito alle prescrizioni in materia di etichettatura e imballaggio stabilite dal regolamento CLP (1272/2008 del 16 dicembre 2008,), in vigore dal 20 gennaio 2009 (applicato, obbligatoriamente, dal 1° dicembre 2010 alle sostanze, e dal  1° giugno 2015 alle miscele) e direttamente applicabile ai fornitori dell’UE che producono, importano, utilizzano e distribuiscono sostanze e miscele chimiche.
La guida si apre con una panoramica generale sul contesto giuridico e l’ambito di applicazione del CLP, per poi fornire informazioni relative alle scadenze per la classificazione, l’etichettatura, l’imballaggio e l’aggiornamento delle etichette a norma dello stesso. Seguono la disamina degli obblighi previsti in tema di etichettatura, imballaggio, ed apposizione degli elementi costituenti l’etichetta ed orientamenti sull’etichettatura di pericolo (qui figurano, tra gli altri, l’interazione del CLP con le norme sull’etichettatura ai fini di trasporto e gli obblighi per specifici casi di imballaggio unico). Concludono il documento vari esempi pratici di etichette, che illustrano situazioni ipotetiche durante la progettazione. Scopo della guida è, in sostanza, quello di chiarire, tra gli altri, gli aspetti da considerare nella valutazione delle dimensioni dell’etichetta, le possibili informazioni supplementari e la loro disposizione sulla stessa, così come le condizioni di esenzione per gli imballaggi di dimensioni ridotte e le modalità di strutturazione delle informazioni sull’etichetta per una corretta leggibilità. (LM)


Condividi: