Il Ministero dell’Ambiente ha reso nota l’apertura di una consultazione pubblica sulle due direttive quadro Acque e Alluvioni: fino al 4 marzo 2019 sarà possibile partecipare accedendo alla piattaforma UE “Fitness Check of the Water Framework Directive and the Floods Directive“. L’invito è aperto a tutti, alle opinioni del pubblico, ad informazioni più dettagliate e alle opinioni delle autorità nazionali, ai pareri di esperti e soggetti privati incaricati dell’attuazione delle specificità delle direttive, al fine ultimo di “raccogliere il maggior numero di punti di vista su come la direttiva quadro sulle acque e la direttiva sulle alluvioni hanno rispettivamente apportato modifiche alla gestione sostenibile dell’acqua e al miglioramento dello stato dei corpi idrici, nonché alle strategie per ridurre il rischio di inondazioni in tutta l’UE“.

Si ricorda, infine, che scopo della direttiva acque è quello di istituire un quadro per la protezione delle acque superficiali interne, delle acque di transizione, costiere e sotterranee che impedisca un ulteriore deterioramento, protegga e migliori lo stato degli ecosistemi e contribuisca a mitigare gli effetti delle inondazioni e della siccità, contribuendo a garantire una fornitura sufficiente di acque di buona qualità per un utilizzo idrico sostenibile, equilibrato ed equo, ridurre l’inquinamento delle acque sotterranee, proteggere le acque territoriali e marine, e realizzare gli obiettivi degli accordi internazionali. La direttiva alluvioni, istituisce un quadro per la valutazione e la gestione dei rischi di alluvioni volto a ridurre le conseguenze negative per la salute umana, l’ambiente, il patrimonio culturale e le attività economiche connesse con le alluvioni all’interno dell’UE.


Condividi: