La Guardia di finanza ha notificato le prime 15 richieste di risarcimento per la mancata bonifica delle discariche di rifiuti, che nei mesi scorsi costò all’Italia una sanzione plurimilionaria da parte della Corte di Giustizia UE.
Tra i destinatari degli inviti a dedurre per danno erariale, emessi dalla Corte dei Conti della Campania, figurano anche Antonio Bassolino e Stefano Caldoro, ex presidenti della Regione Campania, nonchè l’ex assessore all’Ambiente Giovanni Romano.
L’inchiesta del sostituto procuratore della Corte dei conti, Donato Luciano, ritiene di aver individuato coloro i quali erano responsabili del riassetto delle discariche ma, a causa della loro inerzia, hanno costretto l’Unione europea a sanzionare l’Italia nel dicembre 2014. (GG)


Condividi: