Il sistema del marchio di qualità ecologica dell’Unione europea Ecolabel, a partecipazione volontaria, premia i prodotti e i servizi con elevate prestazioni ambientali. Definito dal regolamento (CE) n. 66/2010, prevede criteri specifici per ogni gruppo di prodotti e premia quelli che esercitano un impatto ridotto sull’ambiente durante l’intero ciclo di vita.

Con la Decisione (UE) 2019/70 , dell’11 gennaio 2019, sono stati aggiornati i criteri previsti per carta grafica, tessuto-carta e prodotti in tessuto-carta. Per tali prodotti, infatti, i criteri erano stati definiti con le Decisioni 2011/333/UE (carta per copia e carta grafica), 2012/448/UE (carta da giornale) e 2009/568/CE (tessuto-carta), e con la Decisione (UE) 2015/877 la Commissione ne aveva prolungato il periodo di validità fino al 31 dicembre 2018. L’aggiornamento ha previsto, in primis, di “riunire i gruppi di prodotti «carta per copia e carta grafica» e «carta da giornale» in un unico gruppo di prodotti «carta grafica»“,. I nuovi criteri per l’adesione al marchio, riuniti in unico provvedimento in quanto strettamente connessi, “mirano a promuovere processi di produzione efficienti sotto il profilo energetico che permettano di ridurre le emissioni di sostanze che contribuiscono all’eutrofizzazione dei corsi d’acqua, all’acidificazione dell’atmosfera e ai cambiamenti climatici, di limitare l’uso di sostanze pericolose e di ricorrere a materie prime provenienti da foreste gestite in maniera sostenibile o materiali riciclati che contribuiscono ad agevolare la transizione verso un’economia più circolare“.

Ai sensi della nuova decisione, il gruppo di prodotti «carta grafica» comprende fogli o rotoli di carta vergine o cartone non trasformato e non stampato, bianchi o colorati, ottenuti da pasta e idonei ad essere usati per la scrittura, la stampa o a scopo di trasformazione; il gruppo «tessuto-carta e prodotti in tessuto-carta» comprende fogli o rotoli di tessuto-carta non trasformato per la trasformazione in prodotti in tessuto-carta idonei all’uso per l’igiene personale, l’assorbimento di liquidi o la pulizia di superfici, inclusi fazzoletti, carta igienica, fazzolettini per il viso, carta assorbente per uso domestico, asciugamani, tovaglioli, tovagliette e salviette industriali.

I nuovi criteri e i relativi requisiti di valutazione e verifica per ciascun gruppo di prodotti sono validi fino al 31 dicembre 2024, ma la nuova decisione 2019/70, che abroga le precedenti citate, fa salve le domande di marchio presentate prima dell’11 gennaio 2019, che saranno valutate in base alle condizioni previste dalle precedenti decisioni. Se, invece, l’Ecolabel è assegnato in base a una domanda valutata conformemente ai criteri fissati da queste ultime, il marchio può essere utilizzato solo fino al 31 dicembre 2019.

 

 


Condividi: