Come disfarsi dei vecchi apparecchi elettronici? In Italia i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) devono essere conferiti nelle isole ecologiche comunali (circa 4.000) o nei negozi che vendono tale tipologia di prodotti, in forza del cosiddetto “1 contro 1“, cioè l’obbligo di ritirare un prodotto vecchio uguale al prodotto nuovo acquistato. I negozi superiori ai 400 metri quadrati sono anche obbligati anche all’”1 contro 0“, ossia al ritiro di qualsiasi prodotto elettronico, anche non comprato nel negozio stesso, purché non superi i 25 cm dal lato più lungo.Molti Consorzi in Italia raccolgono e riciclano i RAEE da isole ecologiche e centri commerciali, il Consorzio Ecolamp, ad esempio, nel 2017 ha recuperato oltre il 96% dei materiali derivanti dalle lampadine esauste raccolte e oltre il 92% per gli altri RAEE trattati, e c’è addirittura una app gratuita, Junker App, che indica dove conferire i RAEE.
Stando a quanto riportato dal Consorzio Remediada questi apparecchi si possono ricavare materiali come ferro e alluminio, vetro e plastica, pronti per essere riutilizzati … Un cellulare, ad esempio, contiene circa 60 materiali diversi. In particolare, 250 mg di argento, 24 mg di oro, 9 mg di palladio e ben 9.000 mg di rame, a cui si aggiungono circa 3,5 mg di cobalto contenuti in una batteria a ioni di litio” (Fonte: ANSA).


Condividi: