Relazione annuale Inail
Il 22/06/2016 è stata presentata la relazione annuale Inail 2015, in cui vi sono i dati relativi all’andamento degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali in Italia: in diminuzione il numero dei casi mortali, ma a crescere le malattie professionali.

Regolamento sugli ascensori e sui componenti di sicurezza degli stessi
Il Consiglio dei ministri ha deliberato l’approvazione in esame preliminare di un regolamento, da adottarsi con decreto del Presidente della Repubblica, concernente modifiche al decreto del Presidente della Repubblica del 30 aprile 1999, n. 162, per l’attuazione della direttiva 2014/33/Ue relativa agli ascensori e ai componenti di sicurezza degli ascensori, nonché per l’esercizio degli ascensori.
Fonte: Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 121 del 20 Giugno 2016

ANMIL: Concluso il Tour per promuovere la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali
Il 28/04/2016 iniziava il “Tour per la Sicurezza sul Lavoro” promosso da ANMIL e svolto dal Presidente della Fondazione ANMIL, Bruno Galvani giunto a conclusione il 17/06/2016.
Una iniziativa sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, in cui vi è stata l’occasione per promuovere una raccolta firme diretta a sollecitare interventi istituzionali su alcuni temi inerenti la sicurezza sul lavoro e la tutela delle vittime.

Apparecchiature radio: approvato decreto attuazione direttiva 2014/53/UE
Il Consiglio dei ministri, ha approvato, in esame definitivo, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/53/Ue del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di apparecchiature radio e che abroga la direttiva 1999/ 5/CE.
Fonte: Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 120 del 15 Giugno 2016

Rassegna giurisprudenziale
Corte di Cassazione, sezione civile, sentenza del 15/06/2016, n. 12347
L’infortunio consisteva nell’investimento di un lavoratore che sopraggiungeva, in bicicletta, nel sottopassaggio del viale centrale, causandogli gravi lesioni, nel fuoriuscire a sua volta in bicicletta da un cunicolo di ispezione del forno dello stabilimento industriale, durante dei lavori di manutenzione.
La sentenza richiama l’obbligo di protezione di cui all’art. 2087 c.c.,  ma nel caso specifico non configura una forma di responsabilità oggettiva a carico del datore di lavoro in quanto non c’è violazione degli obblighi di comportamento imposti da norme di legge o conoscenze sperimentali o tecniche poste al fine di prevenire infortuni sul lavoro e di assicurare la salubrità. Tale concetto viene esteso anche all’ambiente in cui l’attività lavorativa si svolge.

Corte di Cassazione, sezione IV penale, sentenza del 21/06/2016, n. 25702
Condanna del datore di lavoro per il reato di lesioni colpose aggravate per aver cagionato ad un operaio tornitore un grave infortunio (con postumi invalidanti), per mancata informazione sui rischi specifici, normative di sicurezza e disposizioni aziendali in materia, durante l’operazione di lisciatura di un pezzo al tornio.

(A cura di P. Rossi)


Condividi: