Opuscolo sul Fondo Inail per la giornata mondiale delle vittime dell’amianto

Come funzionano le prestazioni in favore delle persone colpite da malattie asbesto-correlate e dei loro superstiti?
In occasione della Giornata mondiale delle vittime dell’amianto del 28 aprile, l’Inail ha pubblicato sul proprio sito e diffuso anche attraverso i suoi canali social un opuscolo dedicato al “Fondo per le vittime dell’amianto” istituito con la legge finanziaria del 2008 (244/2007) per garantire un ulteriore indennizzo economico ai titolari di rendite per malattie correlate all’esposizione a questo materiale molto nocivo e, in caso di morte, ai loro eredi.
L’opuscolo spiega come funzionano le prestazioni in favore dei soggetti colpiti da malattie asbesto-correlate e dei loro superstiti e le modalità di erogazione.

 

Campagna dell’EU-OSHA per la giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro

«Ottimizzare la raccolta e l’uso di dati sulla sicurezza e la salute (SSL) sul lavoro» è il tema della Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro di quest’anno, proposto dall’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) per sensibilizzare in merito alla sicurezza e alla salute nell’ambiente di lavoro in collaborazione con Metro Bilbao, riferendosi in particolare ai pendolari della metropolitana di Bilbao.
Si tratta di un video divertente con Napo e dei suoi colleghi.

Valutazione dei rischi on-line: il nuovo video di Napo

Napo è il personaggio di animazione, divertente, che spiega i concetti di sicurezza e salute sul lavoro con un sorriso.
Napo è in missione: deve convincere il suo capo che grazie all’OiRA non è mai stato così facile effettuare una valutazione dei rischi. Insieme, individuano e valutano i rischi per la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro per poi adottare adeguate misure preventive.
Servendosi del dispositivo interattivo online per la valutazione del rischio (Online interactive Risk Assessment, OiRA) , le microimprese e le piccole aziende possono iniziare a gestire i rischi per la sicurezza e la salute seguendo l’esempio di Napo.

 

La comunicazione del rischio chimico

L’Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale (ISPRA) e dal Dipartimento di Comunicazione e Ricerca sociale (Co.Ri.S.) della Sapienza Università di Roma ha eseguito una ricerca avente per oggetto i rischi per la salute e per l’ambiente derivanti dall’esposizione alle sostanze chimiche contenute nei prodotti di uso quotidiano.
L’indagine sperimentale nelle scuole di Roma è finalizzata alla rilevazione del livello di informazione/conoscenza della popolazione giovanile che frequenta alcune scuole medie superiori. Il volume è scaricabile gratuitamente (http://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_libro.aspx?CodiceLibro=11315.1)

 

Piombo e giocattoli

La Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 27/04/2017 ha pubblicato la Direttiva (UE) 2017/738 del Consiglio del 27 marzo 2017 che modifica l’allegato II della direttiva 2009/48/CE del Parlamento europeo e del Consiglio sulla sicurezza dei giocattoli, al fine di adeguarlo al progresso tecnico, per quanto riguarda il piombo (Testo rilevante ai fini del SEE).
Fonte: EUR-LEX

 

Cantieri edili: gli effetti del caldo sulla salute

Sul portale agenti fisici (PAF) è disponibile un nuovo documento: “Rischio da temperature elevate nei cantieri edili: gli effetti del caldo sulla salute prodotto dal comitato regionale di coordinamento ex art. 7 d. lgs. 81/08 – Regione Toscana” fornisce un contributo alle imprese, a tutti i soggetti della prevenzione ed ai lavoratori per valutare il rischio conseguente ad esposizione ad alte temperature nei cantieri edili e per adottare conseguenti misure di prevenzione. La corretta applicazione delle misure indicate nel documento costituisce quindi una delle possibili modalità (in questo caso validata preventivamente dagli organi di vigilanza) per adempiere agli obblighi di legge relativamente al rischio alte temperature nei cantieri edili.

 

Sostanze chimiche (REACH)

La Gazzetta ufficiale dell’Unione europea pubblica il regolamento (UE) 2017/735 della Commissione del 14 febbraio 2017 recante modifica del regolamento (CE) n. 440/2008 che istituisce dei metodi di prova ai sensi del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH), al fine di adeguarlo al progresso tecnico (Testo rilevante ai fini del SEE)

Fonte: EUR-LEX

 

(A cura di P. Rossi – paolarossilegal@libero.it)


Condividi: