Infortuni lavoro in aumento in Lombardia

Gli infortuni sul lavoro in Lombardia tra gennaio e settembre sono stati 86.614 (+2,1%, inclusi quelli in itinere).

Milano è al primo posto per numero di incidenti (29.060 casi, il 33,6% del totale, con un incremento sul 2016 del 3,8%), seguita da Brescia (13,6%) e Bergamo (12%). I casi mortali nello stesso periodo sono stati 94, 16 in più dell’anno scorso. Anche in questo caso la più colpita è Milano (29 casi), seguita da Brescia (16) e Bergamo (12). I dati sono stati forniti da Cgil, Cisl e Uil Lombardia, che hanno riunito a Milano 400 rappresentanti dei lavoratori della sicurezza della regione. Nel documento unitario approvato i rappresentati per la sicurezza sollecitano un forte impegno sindacale e istituzionale sul tema nel quadro di un’azione coordinata che punti a rafforzare il sistema della prevenzione in tutti luoghi di lavoro.

 

In Sardegna aumentano le malattie professionali

In cinque anni aumento del 75,3% rispetto al 2012 per un totale di 6.011 casi, molti di più rispetto a regioni con un numero di lavoratori decisamente superiore come la Lombardia (4.010), il Lazio (3.926), il Piemonte (2.159), la Campania (2.623), o la Sicilia (1.701) Nel 2016 si registra un aumento del 75,3%.

La Sardegna è terza tra le regioni italiane per numero di denunce di malattie professionali; prima la Toscana (7.993), segue l’Emilia Romagna (7.118). Si riducono del 14% (dalle 15.122 del 2012 alle 12.982 dello scorso anno), invece, le denunce per infortunio.

 

25 novembre: Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. I Cug della PA in prima linea a difesa delle lavoratrici

I Comitati unici di garanzia della pubblica amministrazione ribadiscono il proprio impegno per la prevenzione e rimozione di questa piaga negli ambienti di lavoro e sottolineano la necessità di aiutare le potenziali vittime a sviluppare la consapevolezza del rischio e comprendere quando è il momento di chiedere aiuto.

Nel mondo ne è vittima una donna su tre. Come precisato nel comunicato dei Cug, infatti, nel mondo una donna su tre ha subito violenza fisica, psicologica o sessuale, un dato che in alcuni Paesi sale addirittura fino a quasi sette donne su 10, con le percentuali più elevate registrate in Australia (68%), Asia (67%) e Africa (64%). Si stima, inoltre, che circa 133 milioni abbiano subito una qualche forma di mutilazione genitale, mentre oltre 700 milioni si sono sposate da bambine.

L’anno scorso in Italia 145 femminicidi. In Italia nel 2016 sono state 145 le donne vittime di femminicidio, mentre sono quasi sette milioni quelle che hanno subito nel corso della propria vita una violenza fisica o sessuale, pari a quasi un terzo della popolazione femminile tra i 16 e i 70 anni.

 

Casale Monferrato: III Conferenza governativa sull’amianto e le patologie correlate

24-25 novembre a Casal Monferrato si è svolta la III Conferenza governativa sull’amianto e le patologie correlate: dalla Legge n. 257 del 1992 ad oggi, situazione attuale e prospettive.

 

Inail – Aosta partecipa alla Settimana della disabilità -“Ricomincio daltre”

Una Settimana, dal 27 novembre al 3 dicembre, di riflessioni e confronti per promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità da tutti i punti di vista: politico, civile, sociale, educativo e medico. Il Direttore della sede Inail di Aosta, Giuseppe Villani, concluderà con l’intervento “Le disabilità acquisite: infortuni sul lavoro, il punto sulla normativa di riferimento, le nuove opportunità”.

               

Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole

In occasione della Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole, che dal 2015 si celebra nella data del 22 novembre in memoria di Vito Scafidi, lo studente 17enne che perse la vita nel 2008 a seguito del crollo del soffitto del liceo Darwin di Rivoli, il presidente dell’Inail, Massimo De Felice, ha partecipato all’evento nazionale che si è svolto ieri a Roma, presso la Fondazione Exclusiva, con la ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli.

Nel corso dell’evento, incentrato sui temi dell’edilizia scolastica, della sicurezza e dei nuovi ambienti di apprendimento, sono stati presentati i 50 progetti vincitori del concorso internazionale #scuoleinnovative, prototipi di innovazione dal punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza strutturale e antisismica. Per la loro realizzazione l’Istituto ha messo a disposizione 350 milioni di euro, nell’ambito dell’impegno finanziario per l’edilizia scolastica previsto dal piano triennale degli investimenti 2016-2018, che ammonta complessivamente a 947 milioni di euro.

 

Stevanato industria farmaceutica espansione, sicurezza e qualità

Stevanato Group – azienda padovana leader internazionale in sistemi, processi e servizi per l’industria farmaceutica – ha inaugurato, alla presenza delle autorità locali brasiliane e dei suoi clienti, il nuovo stabilimento di Sete Lagoas, nello stato di Minas Gerais in Brasile che le consentirà di coprire il fabbisogno del mercato domestico e sud americano di contenitori in tubovetro per il settore farmaceutico. Trattasi di un investimento da 30 milioni per dare il via alle attività produttive in Brasile, rafforzare la presenza internazionale ed espandere la capacità produttiva che già conta stabilimenti in Italia, Slovacchia, Messico e Cina. Il presidente di Stevanato Group precisa che l’obiettivo è quello di costruire un hub per il Sud America vicino ai nostri clienti, offrendo lo stesso elevato standard di qualità e sicurezza in tutti gli stabilimenti che abbiamo nel mondo. L’impianto  «ha già ottenuto le principali certificazioni ISO 9001, 14001, 15378 e 18001 in termini di qualità salute e sicurezza per operare nel settore farmaceutico. La produzione di contenitori farmaceutici in vetro del nuovo polo brasiliano permetterà di accompagnare la crescente domanda di farmaci generici, dovuta a un generale miglioramento delle condizioni socio economiche del Paese e al conseguente incremento della spesa sanitaria. (cfr Il sole 24 Ore “Stevanato cresce in Brasile”).

 

Termina la campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri» che promuove una vita lavorativa sostenibile

I principali esperti europei per la sicurezza e la salute sul lavoro (SSL) si sono riuniti il 21/11/2017 a Bilbao, in Spagna, per il vertice Ambienti di lavoro sani e sicuri dell’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA). Questo vertice segna il termine della campagna di successo «Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età», con l’obiettivo di promuovere una vita lavorativa sostenibile nel contesto dell’invecchiamento della forza lavoro europea.

 

Valutazione del rischio in relazione alle nuove sostanze psicoattive

Pubblicato in Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, L 305, del 21/11/2017, il Regolamento (UE) 2017/2101 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 novembre 2017 che modifica il regolamento (CE) n. 1920/2006 per quanto riguarda lo scambio di informazioni, il sistema di allerta precoce e la procedura di valutazione del rischio in relazione alle nuove sostanze psicoattive.

 

Sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche

Pubblicato in Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, L 305, del 21/11/2017, la Direttiva (UE) 2017/2102 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 novembre 2017 recante modifica della direttiva 2011/65/UE sulla restrizione dell’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (Testo rilevante ai fini del SEE).

 

Nuove sostanze psicoattive

Pubblicata in Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, L 305, del 21/11/2017, la Direttiva (UE) 2017/2103 del parlamento europeo e del Consiglio del 15 novembre 2017 che modifica la decisione quadro 2004/757/GAI del Consiglio al fine di includere nuove sostanze psicoattive nella definizione di «stupefacenti» e che abroga la decisione 2005/387/GAI.

 

Apprendistato-finanziamenti

È stato registrato dalla Corte dei Conti – lo scorso 30 ottobre 2017, con identificativo numero di registrazione 1-2185 – il Decreto direttoriale n. 258 del 26 settembre 2017 concernente il finanziamento dei percorsi finalizzati all’assolvimento del diritto-dovere all’istruzione e formazione professionale delle attività di formazione nell’esercizio dell’apprendistato per l’annualità 2016 “Con riferimento all’annualità 2016, sono destinati, ai sensi dell’art. 22 comma 2 della Legge 12 novembre 2011, n. 183 euro 25.000.000,00 per il finanziamento delle attività di formazione nell’esercizio dell’apprendistato“.

 

ECHA programma di ispezioni articoli REACH

Echa avvia “Enforcement project to check compliance with the obligations of substances in articles” un progetto pilota per lo scambio di informazioni, ma soprattutto di verifiche del rispetto degli obblighi di notifiche e comunicazione che gli importatori, produttori e fornitori devono rispettare nel caso in cui i loro articoli contengano determinate sostanze del regolamento Reach.

(A cura di P.Rossi – paolarossilegal@libero.it)


Condividi: