Vinitaly: lavoro in sicurezza e cura dell’ambiente

Parte da Vinitaly l’idea di un futuro del vino ecosostenibile e smart con più tecnologia e internet e al contempo meno chimica.

“Crediamo molto nell’innovazione – ha detto il presidente della Cia- Agricoltori italiani Dino Scanavino – come fattore di competitività delle imprese, ma anche come strumento per la sicurezza sul lavoro degli agricoltori.

Per questo stiamo sperimentando un progetto pilota con Vodafone in una dozzina di aziende, per adottare nuove tecnologie per il controllo a distanza della temperature del mosto come per la certificazione degli allevamenti con animali allo stato brado. Le tecnologie applicate ci salveranno da guasti prolungati in cantina e conterranno l’apporto chimico sulle colture”.

Il progetto Connected Farm, ha spiegato Augusto Bandera (rpt Bandera) di Vodafone Italia, “utilizza l’internet delle cose con una intelligenza centrale che da remoto controlla cosa succede nei campi, dall’infortunato steso a terra alla manutenzione di impianti idrici ed eolici. Può tornare utile per il controllo dei mezzi potenzialmente pericolosi e contenere gli sprechi d’acqua ed energia. Entro 18 mesi contiamo di mettere a punto una offerta a larga scala che anche per le Pmi deve essere pratica e ripagarsi velocemente”. Al Vinitaly in molti praticano l’ecosostenibilità.

Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha siglato oggi in fiera due accordi con Federvini e Unione Italiana Vini per la promozione congiunta della green economy nel mondo del vino. “Il rispetto delle prerogative ambientali è un elemento di competitività decisivo e irrinunciabile per il mondo vitivinicolo”

Fonte: ANSA

 

Inquinamento acustico e macchine e attrezzature

In Gazzetta Ufficiale (n. 79 del 4-4-2017) sono stati pubblicati due decreti al fine di  assicurare la completa armonizzazione  della  normativa  nazionale  in materia  di  inquinamento   acustico   con   le direttive europee relativamente alla determinazione e alla  gestione del rumore ambientale e all’emissione acustica ambientale delle macchine e attrezzature destinate a funzionare all’aperto, riordinando la materia con  provvedimenti normativi  di  tutela   dell’ambiente esterno   e   dell’ambiente   abitativo   dall’inquinamento acustico prodotto dalle sorgenti  sonore  fisse  e  mobili.

1) Decreto Legislativo, 17 febbraio 2017, n. 41

Disposizioni per l’armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico con la direttiva 2000/14/CE e con il regolamento (CE) n. 765/2008, a norma dell’articolo 19, comma 2, lettere i), l) e m) della legge 30 ottobre 2014, n. 161. Entrata in vigore del provvedimento: 19/04/2017

Fonte: Gazzetta Ufficiale, serie generale n. 79 del 4-4-2017

2) Decreto Legislativo, 17 febbraio 2017, n. 42

Disposizioni in materia di armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico, a norma dell’articolo 19, comma 2, lettere a), b), c), d), e), f) e h) della legge 30 ottobre 2014, n. 161. Entrata in vigore del provvedimento: 19/04/2017

Fonte: Gazzetta Ufficiale: serie generale n. 79 del 4-4-2017

 

“Il diritto della sicurezza del lavoro”

Nell’ambito del progetto “Lo spettacolo della sicurezza”, Inail e MIC – Museo Interattivo del Cinema – Fondazione Cineteca Italiana presentano, il diritto della sicurezza del lavoro, due appuntamenti organizzati dal professor Bruno Giordano, magistrato presso la Corte di Cassazione, sui temi dell’amianto e del caporalato. Idocumentari “Polvere” e “Il sangue verde”, (6 e 20 aprile) cui seguiranno interventi e testimonianze di esperti e politici. Il 20 aprile sarà presente in sala Maurizio Martina, ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali.

 

Incidenti sul lavoro: -5%

INAIL: “Le denunce per infortuni e malattie professionali hanno subito una lieve flessione, del 5% nell’ultimo quinquennio, con una leggera crescita per quelle sulle malattie professionali, stabile le prestazioni economiche erogate dall’Inail, pari a circa 6 miliardi e 600 milioni”.

Lo ha detto Stefano Tomasini, responsabile della Direzione centrale organizzazione digitale dell’Inail, nel corso dell’audizione nella commissione parlamentare di inchiesta sul livello di digitalizzazione e innovazione delle pubbliche amministrazioni.

Fonte: regioni.it

 

Casi eccezionali e decessi sul lavoro

Venezia, 8 APR – Nei primi 2 mesi del 2017 i dati, raccolti dalla Cgia di Mestre relativi agli incidenti mortali nei luoghi di lavoro, sono in aumento.

Se nello stesso periodo del 2016 c’erano stati 95 casi, tra gennaio e febbraio 2017 sono decedute 127 persone (+33,7%).

Si sono però verificati 2 casi eccezionali avvenuti nello scorso mese di gennaio: il crollo dell’albergo di Rigopiano (Pesaro) e lo schianto dell’elicottero del 118 avvenuto nei pressi di Campo Felice (L’Aquila).

Oltre ai morti sul lavoro, sono in crescita anche gli infortuni: sempre nei primi 2 mesi di quest’anno sono stati denunciati 98.275 casi: 1.834 in più (+1,9%) rispetto allo stesso periodo del 2016.

Fonte: ANSA

 

Agenti chimici: elenco valori di esposizione professionale

La Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 2a serie speciale – n. 27 del 3-4-2017  pubblica la Direttiva (ue) 2017/164 della Commissione del 31 gennaio 2017 che definisce un quarto elenco di valori indicativi di esposizione professionale in attuazione della direttiva 98/24/CE del Consiglio e che modifica le direttive 91/322/CEE, 2000/39/CE e 2009/161/UE della Commissione (Testo rilevante ai fini del SEE).

(A cura di P. Rossi – paolarossilegal@libero.it)


Condividi: