Salute e ambiente: gli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’UE

Pubblicata in  Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 277 del 27/11/2017, la legge 20 novembre 2017, n. 167 “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2017” (17G00180)

Il provvedimento entrerà in vigore il 12/12/2017. La legge si articola in VIII capi:

Capo I – Disposizioni in materia di libera circolazione delle merci, delle persone e dei servizi

Capo II – Disposizioni in materia di giustizia e sicurezza

Capo III – Disposizioni in materia di fiscalità

Capo IV – Disposizioni in materia di lavoro

Capo V – Disposizioni in materia di salute

Capo VI – Disposizioni in materia di tutela dell’ambiente

Capo VII – Disposizioni in materia di energia e di fonti rinnovabili

Capo VIII – Altre disposizioni

 

Master “Gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro”

Inaugurato il master interfacoltà di II livello sulla “Gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro” (biennale) vuole formare nuove figure professionali per la tutela della sicurezza dei lavoratori in contesti aziendali che stanno diventando sempre più complessi, anche per effetto dell’evoluzione tecnologica.

Corso promosso da Inail e Sapienza Università di Roma e aperto a tutte le lauree di vecchio ordinamento, magistrali e specialistiche. Alex Zanardi testimone d’eccellenza.

Per la prima volta sono unite le conoscenze di quattro facoltà universitarie (facoltà di Medicina e Odontoiatria, Farmacia e Medicina, Ingegneria civile e industriale e Giurisprudenza). L’approccio multidisciplinare – giuridico, ingegneristico e medico – è lo strumento pensato per apprendere come gestire i rischi emergenti in maniera integrata fin dalla fase di progettazione dei processi.offerta didattica arricchita con stage presso le aziende partner. I posti disponibili per il master Sapienza-Inail sono 35 e 20 le borse di studio previste per gli studenti più meritevoli, finanziate per metà con il contributo dell’Istituto e per metà con quello degli enti partner dell’iniziativa. Le imprese coinvolte nel progetto, sono alcuni tra i soggetti più rappresentativi del tessuto produttivo italiano, come Aeroporti di Roma, Confindustria, Enel, Eni, Federchimica, Fiat Chrysler Automobiles (Fca), Fondazione Rubes Triva, Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) e Terna. Da loro arriverà un contributo all’offerta didattica con stage formativi per i partecipanti.

 

Dossier scuola Inail 2017

I numerosi progetti formativi dedicati al mondo della scuola, realizzati dalle Direzioni regionali, per diffondere i valori e della cultura della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, di studio e di vita quotidiana.

Dossier scuola è una pubblicazione che presenta una selezione dei progetti formativi, realizzati dalle Direzioni regionali su tematiche inerenti la cultura della prevenzione, destinati a studenti e docenti di istituti scolastici di ogni ordine e grado, al fine di accompagnare i futuri cittadini nella formazione alla salute e sicurezza sin dalla scuola primaria.

 

Norme UNI Vibrazioni e corpo umano

È la commissione “Acustica e vibrazioni” che si è occupata dell’elaborazione della UNI EN ISO 8041-1. La strumentazione si applica per le vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio (con riferimento alla UNI EN ISO 5349-1), le vibrazioni trasmesse al corpo intero (con riferimento alle UNI 9614, ISO 2631-1, ISO 2631-2, ISO 2631-4) e le vibrazioni a bassa frequenza (da 0,1 Hz a 0,5 Hz) trasmesse al corpo intero (con riferimento alla ISO 2631-1).

 

Dispersione nell’ambiente di nanoparticelle di minerali pesanti prodotte dalle esplosioni di materiale bellico

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 275 del 24/11/2017   la delibera del 15 novembre 2017 della Camera Dei Deputati “Modifiche alla deliberazione della Camera dei deputati 30 giugno 2015, recante istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato in missioni militari all’estero, nei poligoni di tiro e nei siti di deposito di munizioni, in relazione all’esposizione a particolari fattori chimici, tossici e radiologici dal possibile effetto patogeno e da somministrazione di vaccini, con particolare attenzione agli effetti dell’utilizzo di proiettili all’uranio impoverito e della dispersione nell’ambiente di nanoparticelle di minerali pesanti prodotte dalle esplosioni di materiale bellico e a eventuali interazioni.  

 

Verifiche periodiche

Con il Decreto direttoriale n. 101 del 1° dicembre 2017 – emanato di concerto tra le competenti Direzioni Generali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del Ministero della Salute e del Ministero dello Sviluppo Economico -è stato adottato il quindicesimo elenco, di cui al punto 3.7 dell’Allegato III del Decreto interministeriale 11 aprile 2011, dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro ai sensi dell’art. 71, comma 11, del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni.

 

(A cura di P. Rossi – paolarossilegal@libero.it)


Condividi: