Norme UNI: rumore tra gli ambienti, dall’interno e all’esterno.

La commissione “Acustica e vibrazioni” – per la precisione il GL “Acustica in edilizia” – si è occupata della realizzazione delle quattro parti della norma UNI EN ISO 12354; un documento che entra nel dettaglio della propagazione del rumore tra gli ambienti e del suo passaggio dall’interno all’esterno. Ha 4 parti: la parte 1 descrive i modelli di calcolo per valutare l’isolamento dal rumore trasmesso per via aerea tra ambienti situati in edifici; la parte 2 definisce i modelli di calcolo per valutare l’isolamento acustico al calpestio tra ambienti sovrapposti; la parte 3 definisce un modello di calcolo per valutare l’isolamento acustico o la differenza di livello di pressione sonora di una facciata o di un’altra superficie esterna di un edificio e la parte 4 descrive un modello di calcolo per valutare il livello di potenza sonora irradiato dall’involucro di un edificio a causa del rumore aereo all’interno dello stesso.

 

Autoveicoli elettrici: promozione del cambiamento nel rispetto dell’ambiente, della salute, del clima e della sicurezza

Il “Piano per la mobilità elettrica” approvato il mese scorso prevede, dal 1° novembre 2017, degli incentivi (da 4.000 a 6.000 euro) per autoveicoli elettrici o ibridi plug-in. I cittadini e gli enti privati, tra i quali le ONLUS, che non svolgano attività d’impresa e residenti in Trentino, possono rivolgersi direttamente ai concessionari di autoveicoli che abbiano sottoscritto la convenzione con la Provincia autonoma di Trento.

Il Comunicato stampa provincia autonoma di Trento: “Si tratta di un primo tassello concreto – sottolinea l’assessore alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi – di attuazione del Piano per la mobilità elettrica attraverso il quale vogliamo promuovere il cambiamento delle modalità abituali di spostamento dei cittadini attraverso incentivi e l’applicazione di soluzioni sostenibili, nel rispetto dell’ambiente, della salute, del clima e della sicurezza, volte a migliorare la qualità di vita presente e futura”. Si ricorda che la legge provinciale 6/2017 con il Piano provinciale della mobilità si pone l’obiettivo di concorrere al raggiungimento, da parte della mobilità sostenibile, di una quota del 60% degli spostamenti entro il 2030 e, comunque, di privilegiare la mobilità individuale a basso impatto ambientale.

 

Calabria: qualità ambientale, sociale, sicurezza lavoro

Si svolgerà in Calabria la riunione dell’anno 2018 degli “Ateliers del Consiglio d’Europa” per la diffusione e la divulgazione della cultura del paesaggio,  secondo il comunicato stampa della Giunta regionale Calabria.

Il programma presentato dall’assessore Rossi ha messo in stretta relazione i contratti fiume di lago e di costa, i collegamenti strutturali fra mare e montagna (paesaggi naturali ancora integri e di grande valore ambientale e di beni archeologici e storici), i paesaggi residuali di colture agricole storiche di agrumeti e bergamotteti. “Occorre saper sostenere la promozione di pratiche partecipative che portino alla rimodulazione del sistema di welfare locale, anche tramite proposte di servizi leggeri di quartiere e assunzione di compiti da parte della cittadinanza. Laddove appare evidente che la qualità della vita assume un carattere fondamentale per innescare processi di sviluppo. Qualità della vita significa qualità ambientale (inquinamento aria, acqua, suoli; parchi e verde, ma anche telelavoro ed e.governament, etc.), ma anche qualità dell’istruzione, qualità sociale (il fenomeno della casa e dell’immigrazione, come dell’abusivismo immobiliare, fiscale, trasportistico, ecc.), qualità della sicurezza dei cittadini, qualità del lavoro (sicurezza, salute, ambiente, ecc.), qualità della salute, qualità organizzativa, per finire alla qualità dello sviluppo prescelto”.

 

Esposizione ad agenti chimici: aggiornato il manuale ISPRA

Manuale per la valutazione del rischio da esposizione ad agenti chimici pericolosi e ad agenti cancerogeni e mutageni. Trattasi di un manuale, aggiornato ai nuovi regolamenti europei REACH e CLP ed agli interventi della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro sulla gestione del rischio chimico.

In modo esaustivo tratta gli aspetti riguardanti la valutazione, le misure di mitigazione e la gestione del rischio chimico cui sono esposti gli operatori dei laboratori di ISPRA e delle Agenzie Ambientali.

 

Referendum: federalismo fiscale. Sicurezza lavoro competenza concorrente

La Giunta regionale, riunita in seduta straordinaria a poche ore dall’esito favorevole del referendum per l’autonomia del Veneto, su proposta del presidente Luca Zaia, ha approvato all’unanimità il ”disegno di legge d’iniziativa della Giunta regionale concernente proposta di legge statale da trasmettere al parlamento Nazionale ai sensi dell’articolo 121 della Costituzione relativa a ‘Iniziativa regionale contenente, ai sensi dell’articolo 2, comma 2, della legge regionale 19 giugno 2014 nr. 15, percorsi e contenuti per il riconoscimento di ulteriori e specifiche forme di autonomia per la Regione Veneto, in attuazione dell’articolo 116, terzo comma, della Costituzione”. Con questo atto, in estrema sintesi, la Regione Veneto indica le 23 materie dell’autonomia e, sul piano finanziario, i nove decimi del gettito fiscale di Irpef, Ires e Iva per gestirle (il federalismo fiscale).

Il Governo veneto, nella stessa seduta, ha approvato anche un disegno di legge concernente ”Proposta di legge statale da trasmettere al Parlamento Nazionale ai sensi dell’articolo 121 della Costituzione, relativa a ‘modifica dell’articolo 116, primo comma della Costituzione”, con la quale si chiede il riconoscimento del Veneto come Regione a Statuto Speciale. Si tratta di un solo articolo: ”nel primo comma dell’articolo 116 della Costituzione, dopo le parole ”la Valle d’Aosta” sono aggiunte le seguenti: ”e il Veneto”.

Le altre 20 materie sono attualmente di competenza concorrente. Si noti ”Tutela e Sicurezza del Lavoro” ed inoltre ”Tutela della Salute”; ”Istruzione”; Ricerca Scientifica e Tecnologica e Sostegno all’Innovazione per i settori produttivi”; ”Governo del Territorio”; ”Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali e Promozione e Organizzazione di Attività Culturali”; ”Rapporti Internazionali e con l’Unione Europea” della Regione; ”Protezione Civile”, “Coordinamento della Finanza Pubblica e del Sistema Tributario”; ”Commercio con l’Estero”; “’Professioni”; ”Alimentazione”; ”Ordinamento Sportivo”; ”Porti e Aeroporti Civili”; ”Grandi Reti di Trasporto e Navigazione”; ”Casse di Risparmio, Casse Rurali, Aziende di Credito a Carattere Regionale”; ”Enti di Credito Fondiario e Agrario a carattere Regionale”; ”Ordinamento della Comunicazione”; ”Produzione, Trasporto e Distribuzione Nazionale dell’Energia”; ”Previdenza Complementare e Integrativa”.

 

Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità

Si è insediato lo scorso 11 ottobre, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità.

La riunione, in sessione plenaria, si è svolta alla presenza del Ministro Giuliano Poletti, del Sottosegretario di Stato Franca Biondelli, dei rappresentanti delle amministrazioni interessate, delle Associazioni delle persone con disabilità, delle parti sociali, degli esperti in materia e del Presidente del Comitato Interministeriale per i Diritti umani. L’Organismo ha preso atto dell’imminente varo del Programma d’azione, che costituisce un importante traguardo di programmazione partecipata delle politiche in favore delle persone con disabilità, fondandosi sul principio di sostanziale uguaglianza delle medesime rispetto al resto della popolazione, nell’ottica del superamento di tutte le forme di diseguaglianza aggiuntive (di genere, di età e territoriali), in piena coerenza con la convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

 

Amianto: nuovo Centro raccolta e smaltimento

Nel comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia si legge dell’inaugurazione del nuovo Centro raccolta e smaltimento amianto della “Friulana Ambientale”, realizzato nella zona industriale di Pannellia su un’area di tremila metri quadrati. L’assessore regionale all’Ambiente e Energia, Sara Vito: “Sarà a breve rinnovata e verrà quindi immediatamente dopo riunita la Commissione regionale Amianto, ampliata nella sua rappresentanza”.

 

Innovazione sostenibile, questionario per le imprese

Il Ministero dello sviluppo economico promuove l’indagine conoscitiva sulle buone pratiche delle imprese italiane “Innovazione sostenibile e inclusiva, e rendicontazione non finanziaria nel quadro dell’Agenda 2030”. I dati raccolti verranno analizzati per valutare le implicazioni delle policy pubbliche in termini di strategie, meccanismi e processi innovativi delle imprese.

L’indagine è realizzata da Punto di Contatto Nazionale per l’attuazione delle Linee Guida OCSE per le imprese multinazionali in materia di condotta di impresa responsabile in collaborazione con Helpdesk REACH del MiSE. Il questionario compilato deve essere inviato entro il 29 novembre al seguente indirizzo di posta elettronica: pcn1@mise.gov.it

 

Consigliera Nazionale di Parità: riassunto dell’attività svolta dalla nel corso del mese di settembre 2017

Numerosi sono stati gli interventi e le iniziative a cui ha partecipato la Consigliera Nazionale, nel mese di settembre, fra cui quella relativa al Suo intervento al Forum per l’innovazione sulla salute, avente come tema la salute e il benessere dei lavoratori nella aziende, organizzato da FORUM PA.

 

Uso improprio dei precursori di esplosivi

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, L 273/12 del 24/10/2017 pubblica la raccomandazione (UE) 2017/1936 della Commissione del 18 ottobre 2017 relativa a misure immediate volte a prevenire l’uso improprio dei precursori di esplosivi (Testo rilevante ai fini del SEE).

 

Quadro strategico dell’UE in materia di salute e sicurezza sul lavoro 2014-2020

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, C 366/117 del 27/10/2017 pubblica il “Quadro strategico dell’UE in materia di salute e sicurezza sul lavoro 2014-2020. Risoluzione del Parlamento europeo del 25 novembre 2015 sul quadro strategico dell’Unione europea in materia di salute e di sicurezza sul luogo di lavoro 2014-2020 (2015/2107 INI)(2017/C 366/09).

(A cura di P.Rossi – paolarossilegal@libero.it)


Condividi: