Strategia ambiente e sicurezza lavoro: Italcementi punta sull’innovazione

Italcementi ha una lunga storia, che nasce dal 1864, ed è leader nel settore dei materiali per le costruzioni in Italia. Nel 2016, con il passaggio al gruppo tedesco HeidelbergCement Group, secondo nel cemento e terzo nel calcestruzzo (un giro d’affari 2016 di oltre 15 miliardi di euro, 60.000 dipendenti in più di 3.000 siti produttivi in 60 Paesi in 5 continenti), inizia una nuova era. Italcementi – sei impianti di produzione del cemento e 113 di calcestruzzo, 2.000 dipendenti – punta sull’innovazione e investe in nuovi prodotti, materiali e servizi. Dopo il cemento trasparente per il padiglione italiano all’Expo 2010 di Shanghai, nel 2014 ha messo a punto il nuovo cemento biodinamico per la realizzazione di Palazzo Italia, cuore del Padiglione Italiano e icona di Expo 2015. Al centro della sua strategia ci sono sostenibilità, tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori. Un impegno che ha portato dal 2000 a un significativo miglioramento dei risultati: l’indice di frequenza degli infortuni negli impianti si è, infatti, ridotto di circa l’80% e tutti i siti produttivi hanno ottenuto la certificazione ambientale ISO 14001.

 

Smart working: procedura telematica

Le aziende sottoscrittrici di accordi di smart working (il lavoro agile) – conclusi secondo le disposizioni della legge 22 maggio 2017, n. 81 “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato” – possono procedere all’invio della documentazione attraverso la piattaforma disponibile sul portale dei servizi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

La compilazione del modello online richiede l’inserimento dei dati del datore di lavoro, del lavoratore, della tipologia di lavoro agile (tempo determinato o indeterminato) e della sua durata. La procedura consente anche di effettuare la rettifica e l’annullamento di comunicazioni già inoltrate.

 

Rischio laser: procedura guidata On Line

Disponibile on line la procedura guidata per la valutazione del rischio nell’impiego di apparati LASER sul Portale Agenti Fisici, al fine di tutelare lavoratori e tutti gli operatori potenzialmente esposti al rischio derivante dall’esposizione alla radiazione emessa dall’apparato LASER

 

INAIL e le nuove scuole

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 263 del 10/11/2017 il decreto 23 agosto 2017 del Ministero Dell’istruzione, Dell’università e della Ricerca “Riparto dei fondi INAIL per la realizzazione di nuove scuole – Poli d’infanzia. (Decreto n. 637)”

 

Alternanza Scuola-Lavoro nei Licei

Al Miur studentesse e studenti da 13 Licei d’Italia raccontano le loro storie di alternanza e i progetti realizzati. Il Sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi, delinea il tema del Convegno “Alternanza Scuola Lavoro nei Licei: Missione Possibile”, “Il Convegno è stato, infatti, l’occasione per riflettere sull’importanza dell’alternanza scuola-lavoro in una tipologia di scuola che sembrava esserne estranea. La Sala della Comunicazione ha accolto le ragazze e i ragazzi impegnati in progetti di alternanza nei diversi licei – classico, scientifico, scienze umane linguistico, artistico musicale e coreutico- che hanno raccontato le loro esperienze, testimoniando il valore di una collaborazione proficua tra un percorso formativo, che ha profonde radici storiche, artistiche e culturali, e la realtà del lavoro. Una collaborazione che conduce ad una forma straordinariamente efficace di educazione all’imprenditività”.

 

Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee (fra cui DPI, Privacy)

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 259 del 06/11/2017, la legge 25 ottobre 2017, n. 163 “Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2016-2017. (17G00177)”. Il provvedimento entrerà in vigore il 21/11/2017.

 

Uso ed esenzione del piombo nei veicoli

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, L 299/24, del 16/11/2017, pubblica la Direttiva (UE) 2017/2096 della commissione del 15 novembre 2017 recante modifica dell’allegato II della direttiva 2000/53/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa ai veicoli fuori uso (testo rilevante ai fini del SEE).

 (A cura di P.Rossi – paolarossilegal@libero.it)


Condividi: