Congresso mondiale 2017 sulla sicurezza della salute sul lavoro

A Singapore “The World Congress on Safety and Health at Work” il XXI congresso mondiale (3 – 6 settembre 2017) per uno scambio di informazioni e opinioni fra gli esperti in materia di sicurezza salute sul lavoro, rappresentanti dell’impresa, dei lavoratori (parti sociali), i responsabili delle decisioni dei governi e delle autorità pubbliche e di chiunque sia attivo nel settore della sicurezza sul lavoro e salute.

 

Rischi nel settore agricoltura

INAIL pubblica un volume “La ricerca prevenzionale per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori agricoli nelle serre” ponendo l’accento sul rischio chimico da esposizione a prodotti fitosanitari. Infatti l’accumulo dei contaminanti aerodispersi e un incremento di temperatura e umidità relativa può potenzialmente condizionare sia la capacità inalatoria che di assorbimento cutaneo.

 

Sicurezza degli impianti nucleari

Nel Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 43 dell’8 Settembre 2017, in apertura del Consiglio dei ministri, la Sottosegretaria alla Presidenza Maria Elena Boschi ha comunicato i dati aggiornati sullo stato di attuazione del programma. Sono stati comunicati i dati aggiornati sullo stato di attuazione del programma e sono stati approvati quattro decreti legislativi che introducono misure necessarie all’attuazione e all’adeguamento della normativa nazionale a direttive o regolamenti europei, fra i quali si legge “Attuazione della direttiva 2014/87/EURATOM che modifica la direttiva 2009/71/EURATOM che istituisce un quadro comunitario per la sicurezza nucleare degli impianti nucleari (legge n. 114/2015 – legge di delegazione europea 2014) – (Presidenza del Consiglio, Ministero dello sviluppo economico e Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare – esame definitivo)”.

Nell’ottica di stabilire obiettivi di sicurezza da perseguire nelle diverse fasi di vita degli impianti, compresa la disattivazione, si razionalizzano le procedure autorizzative e di controllo, si rafforza il ruolo e i mezzi a disposizione dell’autorità di regolamentazione nucleare, si disciplina la comunicazione delle informazioni e la trasparenza delle decisioni, nonché i meccanismi di monitoraggio e verifica delle misure applicate, anche attraverso appositi strumenti di scambio di esperienze tra gli Stati membri.

 

Apparecchi di sollevamento materiali di tipo fisso

Consultabile anche in rete la pubblicazione INAIL che fornisce indicazioni per la gestione tecnico-amministrativa della prima verifica periodica quando il lavoro riguarda l’uso di gru a ponte, gru a cavalletto, gru Derrick e gru a braccio rotante, descrivendone le caratteristiche costruttive precipue, l’evoluzione dello stato dell’arte e soprattutto fornendo indicazioni dettagliate per la compilazione della scheda tecnica e la redazione del verbale di verifica periodica ai sensi del d.m. 11 aprile 2011.

 

Gli incidenti e gli infortuni sul lavoro costano all’UE 476 miliardi di EUR l’anno in base alle nuove stime globali.

Le nuove stime emerse dal progetto sui costi e benefici della SSL gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali costano all’UE circa 476 miliardi di EUR l’anno. I soli tumori causati dall’attività lavorativa generano costi pari a 119,5 miliardi di EUR.

Nell’ambito del progetto, in collaborazione con l’Organizzazione internazionale del lavoro e con altri partner, l’EU-OSHA sta sviluppando un modello di costo economico approssimativo riguardante misure inefficaci o inesistenti in materia di SSL. Il modello consente di misurare in maniera esaustiva l’onere sociale derivante. I risultati consentiranno ai responsabili politici di comprendere meglio le conseguenze economiche di una scarsa sicurezza e salute sul luogo di lavoro.

Gli ultimi risultati del progetto e uno strumento interattivo per la visualizzazione dei dati accessibili sono presentati al XXI Congresso mondiale della sicurezza e salute sul lavoro di Singapore.

 

EU-OSHA: campagna mondiale Visione Zero

EU-OSHA è ora un partner ufficiale della campagna mondiale Visione Zero (Vision Zero) e collabora alla diffusione del messaggio secondo il quale tutti gli incidenti, i danni e tutte le malattie sul lavoro si possono prevenire adottando le misure adeguate in tempo utile.

Questa campagna è stata lanciata a Singapore in occasione del Congresso mondiale sulla salute e sicurezza sul lavoro dall’Associazione internazionale della sicurezza sociale (AISS).

(A cura di P.Rossi – paolarossilegal@libero.it)


Condividi: