Strategia sicurezza lavoro: Sicurezza, Salute ed Ambiente

La Bosch di Bari racchiude in un triangolo la strategia della sicurezza sul lavoro in cui alla base vi è un sistema di gestione per la sicurezza e l’ambiente; negli altri due lati le misure di correzione degli errori fatti e quelli di prevenzione per evitare che incidenti accadano.

Sono queste le tre direttrici strategiche che hanno portato lo stabilimento Bosch di Bari – 2.000 dipendenti impegnati nella produzione di componenti per i sistemi Diesel ad iniezione common rail – a ricevere un Award nel 2014 e ora a diventare testimonial del Premio Imprese per la Sicurezza, promosso da Confindustria e Inail, per il quale scadono il prossimo 17 luglio i termini per partecipare alla quinta edizione.

Fonte: ANSA

 

INL-INAIL, sottoscritto protocollo d’intesa

Il 10 luglio 2017 è stato sottoscritto, fra l’Ispettorato Nazionale del Lavoro e l’INAIL, un protocollo d’intesa che disciplina la collaborazione istituzionale tra le due Amministrazioni al fine di garantire la continuità e l’efficacia dell’attività di vigilanza in materia assicurativa.

Il protocollo disciplina analiticamente il tema della programmazione dell’attività ispettiva- attraverso l’istituzione di una Commissione nazionale e di Commissioni regionali di programmazione dell’attività ispettiva in materia assicurativa- e i modelli di analisi del rischio, allo scopo di accrescere l’efficacia della vigilanza e di razionalizzare gli strumenti e le policy di accertamento ispettivo. Particolarmente significativi i contenuti del protocollo riferiti anche alla formazione e all’accesso alle banche dati dell’INAIL, in attuazione di quanto già previsto dal D.Lgs. n. 149/2015.

 

Il reinserimento lavorativo in Europa

INAIL ha pubblicato il quinto volume della collana “i quaderni del Civ” è il terzo e conclusivo della serie “Guardare all’Europa”. Con questa trilogia si è sviluppato il raffronto tra le varie forme di tutela contro i rischi professionali nei Paesi europei. In questo volume è contenuta una comparazione dei sistemi di riabilitazione e reinserimento di Germania, Italia, Norvegia e Polonia e, in appendice, una ricca documentazione sull’esperienza italiana.

 

Sicurezza negli spazi confinati

Grazie all’applicativo web realizzato dall’INAIL è possibile approfondire tutti i principali aspetti connessi alle attività in ambienti ad alto tasso di rischio, connessi alle attività svolte in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, come cisterne, serbatoi, silos e autoclavi. Realizzato anche un prototipo di robot che permette di surrogare l’operatore nelle operazioni di svuotamento dei tini.

 

Classificazioni prodotti in legno e resistenza al fuoco

Pubblicato in Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea l’ 08/07/2017 il Regolamento delegato (UE) 2017/1227 della Commissione del 20 marzo 2017 relativo alle condizioni di classificazione, senza prove, dei prodotti di legno lamellare incollato contemplati dalla norma armonizzata EN 14080 e dei prodotti di legno massiccio strutturale giuntato a dita contemplati dalla norma armonizzata EN 15497 per quanto riguarda la loro reazione al fuoco, e che modifica la decisione 2005/610/CE (Testo rilevante ai fini del SEE)

 

Reazione al fuoco degli intonaci

Pubblicata in Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea l’08/07/2017 il il Regolamento delegato (UE) 2017/1228 della Commissione del 20 marzo 2017 relativo alle condizioni di classificazione, senza prove, degli intonaci esterni ed interni a base di leganti organici contemplati dalla norma armonizzata EN 15824 e delle malte per intonaci contemplate dalla norma armonizzata EN 998-1 per quanto riguarda la loro reazione al fuoco (Testo rilevante ai fini del SEE).

 

Rischi correlati all’uso dei veicoli nello svolgimento dell’attività professionale

Dall’impegno congiunto dell’EU-OSHA e della Commissione europea nasce la guida elettronica VeSafe, uno sportello interattivo per accedere alle informazioni sui rischi correlati all’uso dei veicoli nello svolgimento dell’attività professionale e tratta di sicurezza alla guida, trasporto sul luogo di lavoro e lavoro su strada o in prossimità di una strada, con esempi di buona pratica.

 

Requisiti di sicurezza funzionale dei veicoli

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, 2a Serie Speciale – Unione Europea n. 54 del 13/07/2017 la  Rettifica del regolamento delegato (UE) 2016/1824, del 14 luglio 2016, che modifica il regolamento delegato (UE) n. 3/2014, il regolamento delegato (UE) n. 44/2014 e il regolamento delegato (UE) n. 134/2014 per quanto riguarda, rispettivamente, i requisiti di sicurezza funzionale dei veicoli, la costruzione dei veicoli e le prescrizioni relative alle prestazioni ambientali e delle unita’ di propulsione (GU L 279 del 15 ottobre 2016) – Pubblicato nel n. L 123 del 16 maggio 2017 (17CE1477).

 

Stampa in 3D

L’EU-OSHA ha pubblicato due nuove analisi di esperti che studiano le applicazioni di determinati tipi di tecnologie sul posto di lavoro: una prende in esame la stampa in 3D (la cosiddetta produzione additiva) e i potenziali nuovi rischi in termini di responsabilità, materiali utilizzati, flessibilità dei modelli di produzione e monotonia sul posto di lavoro. Nell’altra analisi, gli esperti si sono soffermati sul monitoraggio dei lavoratori attraverso la tecnologia finalizzata al benessere, che è già un fattore di cambiamento in molti luoghi di lavoro, in relazione ai rischi nuovi ed emergenti per la sicurezza e la salute sul lavoro (SSL).

 

(A cura di P. Rossi – paolarossilegal@libero.it)


Condividi: