Si segnala la pubblicazione in Gazzetta ufficiale (Serie Generale n. 16 del 21 gennaio 2016) del Decreto 24 dicembre 2015 recante Adozione dei criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione e criteri ambientali minimi per le forniture di ausili per l’incontinenza. In base all’evoluzione tecnologica, al mercato e alle indicazioni della Commissione europea detti criteri verranno periodicamente aggiornati.
Il provvedimento si compone di due rispettivi Allegati che costituiscono parte integrante del Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione (PAN GPP).
Per quanto riguarda l’edilizia la normativa interessa principalmente la riduzione del consumo di suolo, la garanzia del mantenimento dei profili morfologici esistenti, il risparmio energetico, la riduzione dell’impatto sul microclima e dell’inquinamento, la riduzione dell’impatto sul sistema idrografico sia superficiale che sotterraneo nonché la gestione delle acque meteoriche, dei materiali e dei rifiuti.
Le indicazioni per gli appalti di fornitura di ausili per l’incontinenza riguardano, invece, fornitura di prodotti costituiti da pasta di cellulosa proveniente da foreste gestite in modo responsabile, additivi, limitazioni all’uso di sostanze pericolose, nonché requisiti per gli imballaggi. (SB)

 


Condividi: