Con il decreto legislativo 17 febbraio 2017, n. 42, recante le disposizioni in materia di armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico, è stato istituito presso il Ministero dell’ambiente l’elenco nominativo dei soggetti abilitati a svolgere la professione di tecnico competente in acustica. Il Ministero dell’Ambiente ha così annunciato che l’elenco è disponibile e consultabile in una vera e propria banca dati online, che prende il nome di ENTECA (elenco nazionale tecnici competenti in acustica) continuamente aggiornata, predisposta in collaborazione con l’ISPRA, che contiene i dati dei tecnici già riconosciuti negli elenchi regionali (che abbiano richiesto alla regione di residenza l’inserimento nell’elenco nazionale) e i dati dei tecnici abilitati ai sensi del citato decreto.

 

La figura del tecnico competente in acustica, spiega il Ministero, “è stata profondamente revisionata dal decreto legislativo 17 febbraio 2017, n. 42. Oltre all’istituzione dell’elenco unico nazionale dei tecnici competenti in acustica previsto all’articolo 21, il decreto legislativo provvede ad uniformare su tutto il territorio nazionale la preparazione e le modalità di autorizzazione dei tecnici competenti in acustica. Esso consente inoltre di superare le problematiche relative all’inserimento nell’elenco unico nazionale dei tecnici provenienti dalla Comunità europea“.

Con questo decreto la professione di tecnico competente in acustica ha assunto una sua precisa identità, “l’applicazione della nuova regolamentazione stabilisce i contenuti dei corsi e quindi del bagaglio culturale dei tecnici competenti in acustica, introducendo anche la necessità di approfondite conoscenze nell’ambito dell’acustica degli edifici, ma soprattutto nella conoscenza approfondita della normativa e dell’acustica forense“. Tale professione sarà accessibile, inoltre, ai soli laureati in materie specifiche, e richiederà un continuo aggiornamento tecnico, scientifico e normativo.


Condividi: