Prestazione di servizi di comunicazione strategica per l’Agenzia europea dell’ambiente

L’AEA cerca di stabilire un contratto quadro di servizio con un prestatore di servizi che fornirà sostegno all’AEA nel settore delle comunicazioni strategiche, al fine di raggiungere gli obiettivi formulati nel quadro della comunicazione. Il futuro contraente dovrà fornire supporto nelle aree sottostanti:

— pianificazione: sulla base degli obiettivi formulati nel PD, dei piani annuali di gestione e di lavoro, del quadro di comunicazione e di quelli derivanti dall’agenda politica ricorrente, analizzare e fornire consulenza sulla pianificazione delle attività di comunicazione dell’AEA, compresa la selezione e la definizione delle priorità di opportunità di comunicazione, agevolazione di laboratori di pianificazione e formazione in approcci di pianificazione della comunicazione,

— narrazione e messaggistica: sulla base delle attività e dei risultati pianificati, in preparazione o già disponibili, analizzare e fornire consulenza per la narrazione, lo sviluppo di messaggi e l’utilizzo di tali contenuti,

— coinvolgimento delle parti interessate: consulenza sulle attività di coinvolgimento delle parti interessate; identificare e preparare profili delle diverse parti interessate esistenti e potenziali e del pubblico destinatario; consigli su come abbinare al meglio le loro esigenze e preferenze di informazione,

— prodotti e attività: valutare e fornire consulenza sullo sviluppo e sull’uso dei contenuti per canali di comunicazione, prodotti e attività esistenti e potenziali, con particolare attenzione a strumenti nuovi ed emergenti,

— prove preliminari: identificare gli strumenti/metodi più efficaci che l’AEA potrebbe utilizzare per testare i prodotti e le attività di comunicazione. Svolgere tali prove preliminare su campioni del pubblico pertinente,

— valutazione: identificare strumenti efficaci per valutare l’impatto e il successo delle attività di comunicazione una volta che un progetto o una campagna è stata condotta, nonché lo svolgimento di tali esercizi di valutazione,

— analisi: se del caso, fornire analisi e valutazioni sulle scienze della comunicazione, coprendo una vasta gamma di argomenti della teoria della comunicazione, compresi gli approcci, gli elementi comportamentali, la politica e l’attuazione,

— gestione della rete: analizzare in che modo l’AEA può migliorare il suo impatto comunicativo attraverso Eionet e altre reti esistenti dell’AEA e in che modo potrebbe collegarsi con le nuove reti, e prestare assistenza con tali reti, ad esempio seminari e laboratori, strumenti di condivisione delle informazioni, attività partecipative, ecc.,

— comunicazione interna: analizzare le routine di comunicazione interne, gli strumenti e la configurazione organizzativa e fornire consulenza sui possibili miglioramenti; aiutare l’Agenzia a sviluppare e attuare un approccio strategico alla comunicazione interna.

 

Va notato che l’elenco sopra esposto non è esaustivo e che l’AEA potrebbe richiedere al futuro contraente di prestare assistenza in altri settori rientranti nell’ambito delle attività di comunicazione strategica.

Budget: 600.000 euro. Scadenza: 6 agosto 2018

 

Assistere la Commissione europea nel valutare i moduli di richiesta relativi a nuovi entranti, modifiche sostanziali delle capacità e chiusure

La direttiva ETS e le norme ai fini dell’armonizzazione delle procedure di assegnazione stabiliscono le regole per l’assegnazione gratuita delle quote di emissioni per il periodo 2013–2020 agli impianti fissi in tutti gli Stati membri dell’UE.

Le quote di emissioni a titolo gratuito per il terzo periodo commerciale 2013–2020 possono anche essere assegnate a nuovi impianti o a impianti che hanno avuto un ampliamento sostanziale delle capacità. Per ottenere l’assegnazione del rispettivo quantitativo di quote di emissioni a titolo gratuito, i gestori di tali impianti dovranno presentare moduli di richiesta contenenti dati verificati in modo indipendente alle autorità nazionali competenti. Le autorità competenti dovranno determinare il quantitativo preliminare di quote di emissioni e notificare il modulo di richiesta e il rispettivo quantitativo alla Commissione. Per analogia, durante il terzo periodo commerciale i gestori dovranno altresì informare le autorità nazionali competenti riguardo a qualsiasi modifica nelle operazioni che potrebbe avere impatto sull’assegnazione degli impianti, come riduzioni sostanziali delle capacità e cessazione (parziale) delle attività di un impianto.

Budget: 200.000 euro. Scadenza: 17  agosto 2018.

 

(A cura di M.A.Cerizza)

 

 

 

 


Condividi: