Potenziare gli investimenti nell’ambito di Natura 2000 e migliorare le sinergie con gli strumenti di finanziamento UE

Assistere la Commissione europea nel potenziare gli investimenti nell’ambito di Natura 2000 e migliorare le sinergie con gli strumenti di finanziamento UE. L’appalto – lanciato dalla DG Ambiente della Commissione europea – comprende cinque diverse tipologie di servizi che dovranno essere forniti da soggetti altamente qualificati : 1) organizzazione di seminari in tutti gli Stati membri per discutere delle questioni pratiche derivanti dalla preparazione dei quadri di azioni prioritarie negli Stati membri, dell’esperienza acquisita ad oggi in merito al finanziamento della protezione della natura, delle possibilità di finanziamento di Natura 2000 dai principali fondi UE post-2020 e delle priorità e misure di conservazione da includere nei quadri di azioni prioritarie; 2) valutazione dei progetti di quadri di azioni prioritarie in relazione alla loro completezza e qualità; 3) aggregazione e valutazione (quantitativa e qualitativa) dei dati forniti nei quadri di azioni prioritarie; 4) preparazione di orientamenti sul finanziamento di Natura 2000 nel quadro finanziario pluriennale (QFP) post-2020; 5) elaborazione di indicatori trasversali di Natura 2000 per i principali fondi dell’UE.
Budget disponibile: 450.000 euro. Scadenza: 30 ottobre 2017

 

Mappatura stato ecosistemi: al via un progetto pilota

 

Al via un Progetto Pilota per la mappatura e valutazione dello stato degli ecosistemi e dei loro servizi (Maes) nelle regioni esterne e in quelle utltraperiferiche. I seguenti tipi di attività sono richiesti nell’ambito di questo invito a presentare proposte:
– progetti di cooperazione;
– conferenze, seminari;
– attività di formazione;
– azioni di sensibilizzazione e divulgazione;
– azioni volte alla creazione e al miglioramento delle reti, agli scambi di buone pratiche;
– studi, analisi, progetti di mappatura;
– attività di ricerca.
Budget disponibile 1.000.000 euro. Scadenza: 7 novembre 2017 

 

Diplomazia verde nel G7/G20

Far progredire l’agenda UE, a far conoscere le posizioni e i settori UE di eccellenza nelle discussioni del G7 e G20 in materia di ambiente (per esempio in materia di efficienza delle risorse, rifiuti marini e finanza verde) e contribuire a rafforzare la voce e la posizione dell’UE in queste sedi multilaterali come interlocutore fondamentale in materia di ambiente a livello globale. Questo l’oggetto di un bando di gara d’appalto finanziato dallo Strumento europeo di vicinato e partenariato.
Il soggetto che vincerà la gara d’appalto dovrà analizzare, fornire e comunicare studi su politiche, legislazione, finanziamenti e opportunità per le imprese nei paesi non-UE del G7/G20 nei settori pertinenti, compresi l’efficienza delle risorse, i rifiuti marini e la finanza verde nonché nei settori connessi, come l’economia verde, la produzione e il consumo sostenibili, l’economia circolare e la gestione dei rifiuti. Dovrà inoltre fornire l’organizzazione logistica per eventi (workshop e visite di studio) nell’ambito delle tematiche pertinenti summenzionate in base all’evolversi dell’ordine del giorno del G7/G20.
Budget disponibile 2.500.000 euro. Scadenza: 23 ottobre 2017.

(A cura di M. A. Cerizza)


Condividi: