Assistenza tecnica per il miglioramento dei sistemi di gestione dei rifiuti in Georgia

L’obiettivo del bando di gara d’appalto è quello di assistere la Georgia nello sviluppo di un sistema di gestione dei rifiuti in linea con i requisiti dell’accordo di associazione UE–Georgia, la legislazione adottata dalla Georgia — il codice di gestione dei rifiuti, la strategia e il piano d’azione nazionali per la gestione dei rifiuti e le migliori prassi internazionali.
La realizzazione dell’incarico verterà su 3 componenti principali:
– componente 1: quadro politico e legislazione (compresi tra l’altro il sostegno per il completamento degli atti giuridici relativi ai rifiuti, la strategia sui rifiuti biodegradabili, il riciclaggio di flussi di rifiuti selezionati, nonché il quadro normativo/organizzativo per alcuni flussi di rifiuti specifici per l’applicazione della responsabilità estesa del produttore);
– componente 2: sistema nazionale di gestione dei rifiuti pericolosi (compresi tra l’altro il sostegno per la progettazione del sistema nazionale e di piani d’azione connessi, nonché l’attuazione di requisiti e strumenti derivanti da nuove regolamentazioni connesse);
– componente 3: sviluppo delle capacità (compresi tra l’altro il sostegno a favore delle capacità dei comuni e dei ministeri coinvolti nella gestione dei rifiuti, nonché la cooperazione e il coordinamento tra il livello centrale e comunale). Budget:1.400.000 euro ; Scadenza: 31 maggio 2017

Esame e mitigazione degli impatti dello sviluppo di energie rinnovabili sugli habitat e le specie protetti ai sensi delle direttive Uccelli e Habitat

L’appalto si prefigge di fornire informazioni specifiche e una comprensione riguardo ai potenziali impatti diretti e indiretti che lo sviluppo di varie forme di energia rinnovabile (energia eolica, solare, oceanica, geotermica e bioenergia) può avere sugli habitat e le specie protetti ai sensi della legislazione UE, nonché di suggerire misure concrete per mitigarli. I risultati dell’appalto dovranno aiutare a superare gli ostacoli che spesso emergono durante le procedure di autorizzazione per lo sviluppo di energie rinnovabili negli Stati membri, risultanti da una conoscenza scientifica insufficiente degli impatti di tali sviluppi sulle specie e gli habitat protetti, nonché delle misure di mitigazione disponibili. Budget: 1.000.000 euro ; Scadenza:12 giugno 2017

 

Assistenza tecnica al ministero responsabile dell’energia e agli enti pubblici competenti per l’attuazione della nuova legislazione in materia di energia, del piano d’azione nazionale per l’efficienza energetica e della direttiva sulle fonti energetiche rinnovabili

Il presente appalto riguarda la prestazione di assistenza tecnica al ministero dell’Energia, allo scopo di migliorare l’attuazione politica, armonizzare la legislazione nel campo dell’efficienza energetica e delle fonti energetiche rinnovabili con l’acquis dell’UE, nonché monitorare ed ottimizzare la sua applicazione. Pertanto, l’appalto si prefigge di:

  • identificare le lacune e le esigenze di un ulteriore allineamento del quadro giuridico in Serbia all’acquis dell’UE (direttiva 2009/28/CE del Parlamento europeo e del Consiglio) nei sottosettori dell’efficienza energetica e delle fonti energetiche rinnovabili,
  • migliorare il quadro regolamentare per l’efficienza energetica e le fonti energetiche rinnovabili, attraverso lo sviluppo della legislazione necessaria,
  • migliorare le capacità del ministero, analizzando eventuali strumenti, orientamenti, valutazioni di accessibilità, manuali ed altri materiali di supporto che sono necessari per lo sviluppo efficace, l’attuazione ed il monitoraggio della legislazione in materia di efficienza energetica e fonti energetiche rinnovabili. Su questa base, il contraente dovrà sviluppare orientamenti/manuali e strumenti e formulare ulteriori raccomandazioni in merito a tali elementi,
  • realizzare attività di sensibilizzazione riguardo all’efficienza energetica e alle fonti energetiche rinnovabili, compreso un sostegno per l’attuazione della diagnosi energetica,
  • accrescere le capacità amministrative del ministero e di altre parti interessate per l’attuazione del piano nazionale di verifica dei criteri di sostenibilità per i biocarburanti e i bioliquidi, conformemente all’acquis dell’UE (direttiva 2009/28/CE del Parlamento europeo e del Consiglio). Budget: 1.500.000 euro ; Scadenza: 26 maggio 2017

Sovvenzioni nel settore delle infrastrutture energetiche transeuropee

La Commissione europea, direzione generale dell’Energia, pubblica un invito a presentare proposte al fine di concedere sovvenzioni in conformità alle priorità e agli obiettivi definiti nel programma di lavoro pluriennale nel settore delle infrastrutture energetiche transeuropee nell’ambito del meccanismo per collegare l’Europa per il periodo 2014-2020.
Si sollecitano proposte per il seguente invito:CEF-Energy-2017
Budget: 800.000.000 euro; Scadenza 12 ottobre 2017

(A cura di M.A. Cerizza)


Condividi: