Servizi di consulenza per i settori dello sviluppo urbano, dell’acqua e dei rifiuti solidi

La Banca europea per gli investimenti ha indetto un bando di gara (procedura ristretta) al fine di stipulare accordi quadro con prestatori di servizi nei settori dello sviluppo urbano, dell’acqua e dei rifiuti solidi in tutti i paesi in cui opera, per fornire sostegno ai progetti della Banca (in particolare quelli gestiti dalle divisioni per lo sviluppo urbano e per la gestione delle risorse idriche).

Il Budget disponibile è pari a 8.000.000 euro. La scadenza è prevista per il 27 novembre 2017.

Sito web: https://etendering.ted.europa.eu/cft/cft-display.html?cftId=2993

 

Singolo contratto quadro di servizi relativo all’assistenza e al supporto tecnico per la valutazione delle proposte LIFE

L’Agenzia esecutiva per le piccole e medie imprese ha indetto il presente bando di gara al fine di concludere un singolo contratto quadro di servizi per la prestazione di assistenza alla valutazione delle proposte di sovvenzioni presentate nell’ambito del programma LIFE dell’Unione europea (UE). I servizi da prestare sono specificati nel dettaglio nel capitolato tecnico (sezione 1.4).

L’Agenzia esecutiva per le piccole e medie imprese ha indetto il presente bando di gara al fine di concludere un singolo contratto quadro di servizi per la prestazione di assistenza nell’attuazione del programma LIFE. Ciò comporterà i 7 incarichi seguenti:

— incarico 1: amministrazione generale, gestione e supervisione dei processi di valutazione, revisione e preparazione dei contratti, compresi la costituzione, il coordinamento e la formazione di gruppi di esperti,

— incarico 2: valutazione e revisione delle proposte di progetto tradizionali LIFE,

— incarico 3: valutazione e revisione delle proposte in vista dell’aggiudicazione di contratti quadro di partenariato pluriennali LIFE a entità senza fini di lucro e di una sovvenzione di funzionamento annuale specifica LIFE nell’ambito dei contratti quadro di partenariato,

— incarico 4: valutazione e revisione delle proposte di progetto integrate LIFE,

— incarico 5: valutazione e revisione delle proposte di progetto di rafforzamento delle capacità LIFE,

— incarico 6: preparazione di un contratto quadro di partenariato LIFE e degli accordi di sovvenzione LIFE,

— incarico 7: gestione delle richieste di informazioni aggiuntive e delle denunce.

Il Budget disponibile è pari a 16.000.000 euro. La scadenza è prevista per il 12 dicembre 2017.

Sito web: https://etendering.ted.europa.eu/cft/cft-display.html?cftId=2981

 

La Commissione investe 30 miliardi di euro in nuove soluzioni per affrontare le sfide per la società e promuovere innovazioni pionieristiche

La Commissione europea ha annunciato come spenderà, nel periodo 2018-2020, 30 miliardi di euro a valere su Orizzonte 2020, il programma dell’UE per il finanziamento della ricerca e dell’innovazione, cifra che comprende 2,7 miliardi di euro destinati ad avviare un nuovo Consiglio europeo dell’innovazione.

Il programma di lavoro 2018-2020 concentrerà gli sforzi su un numero minore di temi dalla dotazione più cospicua, che sostengono direttamente le priorità politiche della Commissione:

  • un futuro a basse emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici: 3,3 miliardi di euro
  • economia circolare: 1 miliardo di euro
  • digitalizzazione e trasformazione dell’industria e dei servizi europei: 1,7 miliardi di euro
  • Unione della sicurezza: 1 miliardo di euro
  • migrazione: 200 milioni di euro

 

2,2 miliardi di euro saranno destinati a progetti per la produzione di energia pulita in quattro settori correlati: energie rinnovabili, edifici ad alta efficienza energetica, mobilità elettrica e soluzioni di stoccaggio, compresi 200 milioni di euro destinati a sostenere lo sviluppo e la produzione in Europa della prossima generazione di batterie elettriche.

 

-Stimolare la ricerca fondamentale

Nel contempo Orizzonte 2020 continuerà a finanziare la scienza “motivata dalla curiosità” (spesso denominata ricerca fondamentale o di frontiera). Il programma di lavoro annuale del Consiglio europeo della ricerca per il 2018, adottato in agosto, consentirà di sostenere ricercatori di eccellenza con un finanziamento pari a quasi 1,86 miliardi di euro. Le azioni Marie Skłodowska-Curie, che finanziano borse per i ricercatori in tutte le fasi della loro carriera, ricevono un nuovo impulso grazie a un finanziamento totale di 2,9 miliardi di euro nell’arco di tre anni.

 

-Rafforzare la cooperazione internazionale

Il nuovo programma di lavoro rafforza inoltre la cooperazione internazionale in materia di ricerca e innovazione: verrà investito oltre 1 miliardo di euro nelle 30 iniziative faro in settori di interesse reciproco. Tra gli esempi figurano la collaborazione con il Canada in materia di medicina personalizzata, con Stati Uniti, Giappone, Corea del Sud, Singapore e Australia in materia di automazione del trasporto su strada, con l’India in materia di sfide idriche e con i paesi africani in materia di sicurezza alimentare e di energie rinnovabili.

 

-Diffondere l’eccellenza

Tra il 2018 e il 2020 saranno stanziati 460 milioni di euro a valere su Orizzonte 2020 con lo scopo precipuo di sostenere gli Stati membri e i paesi associati che ancora non partecipano pienamente al programma. L’obiettivo è sfruttare le sacche di eccellenza in Europa e nel mondo. Il programma continua inoltre a promuovere sinergie più strette con i fondi strutturali e di investimento europei.

 

-Ulteriore semplificazione delle norme in materia di partecipazione

Un’altra novità è l’introduzione del progetto pilota per il finanziamento forfettario, un approccio nuovo e più semplice per fornire sostegno finanziario ai partecipanti. Tale approccio sposterà l’attenzione dei controlli ex ante dalle verifiche finanziarie al contenuto tecnico-scientifico dei progetti.

 

-Scienza aperta

Il programma segna un cambiamento decisivo nella promozione della scienza aperta, passando dalla pubblicazione dei risultati della ricerca nelle riviste scientifiche alla condivisione delle conoscenze in una fase più precoce del processo di ricerca. Al sostegno alla scienza aperta verranno destinati 2 miliardi di euro, mentre 600 milioni di euro saranno assegnati al cloud europeo per la scienza aperta e all’infrastruttura europea dei dati.

 

Nella GUUE n. C 368 del 28 ottobre 207 sono stati pubblicati gli inviti a presentare proposte e attività connesse a titolo del programma di lavoro 2018-2020 nel quadro di Orizzonte 2020 — il programma quadro di ricerca e innovazione (2014-2020) — e del programma di lavoro 2018 nel quadro del programma di ricerca e formazione della Comunità europea dell’energia atomica (2014-2018) che integra Orizzonte 2020.

I programmi di lavoro in questione, comprese le scadenze e le dotazioni di bilancio per le attività, sono disponibili nel sito internet del portale dei partecipanti (http://ec.europa.eu/research/participants/portal) unitamente alle informazioni sugli inviti e le attività connesse, e le indicazioni destinate ai proponenti sulle modalità per la presentazione delle proposte. Tutte queste informazioni, se necessario, saranno aggiornate sullo stesso portale dei partecipanti.

In questa fase possono essere presentate proposte solo in relazione alle tematiche recanti la dicitura «2018» negli inviti a presentare proposte che figurano sul portale dei partecipanti. Successivamente sul portale dei partecipanti saranno fornite informazioni sul calendario concernente le proposte relative alle tematiche recanti la dicitura «2019» e «2020».

(A cura di M. A. Cerizza)


Condividi: