Oggi, 27 dicembre 2022, è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale europea la Decisione (UE) 2022/2572 del Consiglio del 19 dicembre 2022 che invita la Commissione a presentare uno studio che integri la valutazione d’impatto della proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.

In particolare, il Consiglio chiede che la Commissione presenti quanto prima, per agevolare il processo legislativo in corso, ma al più tardi entro il 28 giugno 2023, uno studio sui seguenti aspetti:

a) gli impatti quantitativi della proposta della Commissione sulla produzione alimentare nell’Unione, in particolare quantificando l’impatto sulle rese agricole per i singoli tipi principali di colture e prodotti vegetali interessati, tenendo conto, nel contesto della fissazione degli obiettivi di riduzione nazionali, delle condizioni specifiche negli Stati membri, comprese le diverse regioni climatiche;

b) l’analisi delle conseguenze della proposta della Commissione sulla disponibilità di prodotti alimentari e mangimi nell’Unione, valutate sulla base dei principali tipi di prodotti alimentari e mangimi di base, nonché della possibilità di una maggiore dipendenza dalle importazioni di prodotti alimentari e mangimi per i principali tipi di colture e dell’impatto sull’esportazione di prodotti alimentari e mangimi dall’Unione;

c) il potenziale impatto sui prezzi dei prodotti alimentari e dei mangimi, in generale e in particolare per i prodotti alimentari di base in relazione agli impatti di cui alla lettera a);

d) la quantificazione degli impatti dell’aumento degli oneri amministrativi sulla competitività e sulla redditività delle aziende agricole di piccole e medie dimensioni;

e) la disponibilità di alternative ai prodotti fitosanitari e il potenziale aumento del rischio di introduzione e diffusione di organismi nocivi nell’Unione a causa della limitata disponibilità di mezzi alternativi per attenuare tale rischio;

f) la quantificazione dell’impatto del divieto dell’uso dei prodotti fitosanitari nelle aree sensibili quali definite all’articolo 3, paragrafo 16, della proposta, in particolare nelle aree a uso pubblico e negli insediamenti umani;

g) la quantificazione degli impatti della restrizione proposta per quanto riguarda l’uso di prodotti fitosanitari sui popolamenti forestali e sulla biodiversità che dipende dalle foreste.

La presente decisione entra in vigore oggi.

 

 

 


Condividi: