Il Consiglio di Stato ha confermato la sentenza del Tar di Bologna del 15 febbraio 2017, che aveva affermato la responsabilità dell’inquinamento di un terreno in capo alla società alla quale erano riconducibili le sostanze contaminanti rinvenute, sulla base del collegamento causale del “più probabile che non“, osservando, inoltre, che la scoperta dell´inquinamento, anche se avvenuta a distanza di anni, non impedisce di applicare il principio di responsabilità.
 

A sua volta il Consiglio di Stato ha confermato, nella sentenza n. 5761 dell’8 ottobre 2018, la responsabilità della società condannandola a procedere alla bonifica. In particolare, i giudici hanno accertato che:
– l’area non era destinata a ricevere in via generale rifiuti industriali
– il conferimento in discarica degli scarti di lavorazione industriale era stato effettuato dalla società imputata senza alcuna autorizzazione o comunicazione all’amministrazione comunale
– esiste un nesso di causalità tra il soggetto che versa in discarica rifiuti non ammessi e la contaminazione di cui diviene e resta responsabile
– effettivamente le sostanze contaminanti rinvenute in quell’area erano presenti anche nel sito dove un tempo sorgeva l’impianto della medesima società e non in altri dell’area industriale.
 

Da qui, il Consiglio ha espressamente affermato che “è sufficiente che l’effettiva esistenza del nesso ipotizzato sia più probabile della sua negazione: è, in altre parole, sufficiente che la validità dell’ipotesi eziologica sia superiore al cinquanta per cento“, ribadendo, in sostanza,  il citato principio del “più probabile che non“.
 

Formazione ambientale per aziende enti e professionisti
 

Il Consiglio di Stato ha, peraltro, precisato che le disposizioni del decreto legislativo 152/2006 si applicano anche alle contaminazioni cosiddette “storiche” (“si applicano anche a fatti avvenuti prima dell’entrata in vigore del medesimo decreto“): quel che rileva, infatti, è porre “attuale rimedio alla (perdurante) condizione di contaminazione dei luoghi, per cui l’epoca di verificazione della contaminazione è, ai fini in discorso, del tutto indifferente“.
 

Anche di questo tema ci occuperemo durante il Master “Gestione Rifiuti”, a Milano, dal 14 novembre al 12 dicembre 2018.
 

Info e approfondimenti: formazione@tuttoambiente.it – 0523.315305
 


Condividi: